rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
L'annuncio

Sempre più intelligenza artificiale: dopo ChatGpt anche Google non sarà più lo stesso

Pagine dinamiche e ricerche 'conversazionali': arriva Bard, l'anti ChatGpt

Sono passati 25 anni da quando Google lanciò la prima versione del suo motore di ricerca e ora, grazie all'intelligenza artificiale, rivoluziona il modo con cui gli utenti potranno ricercare le risposte ai propri quesiti.  Alle domande poste alla piattaforma, apparirà presto una pagina dinamica, molto simile a quella che siamo abituati a vedere sui social media con video, link di approfondimento, una panoramica delle informazioni chiave, oltre alla possibilità di porre nuove domande in modalità conversazionale: la stessa introdotta da molti sistemi di IA, come ChatGpt.

Una nuova esperienza di ricerca con l'AI

L'utilizzo dell'intelligenza artificiale non è certo una novità per il colosso di Mountain View, già applicata nel campo delle ricerche visive attraverso Lens o in quello per immagini. "Grazie a nuove scoperte nel campo dell'IA generativa - ha spiegato Elizabeth Reid -, stiamo reinventando ciò che un motore di ricerca può fare. Questa nuova e potente tecnologia consente di rispondere a tipologie di domande del tutto nuove, cui finora era impensabile rispondere attraverso la ricerca".

Ma come migliorerà, concretamente, l'esperienza di ricerca con l'IA generativa? Secondo Google sarà possibile:

  • comprendere un argomento più rapidamente
  • scoprire nuovi punti di vista e approfondimenti
  • svolgere le attività in modo più semplice.

Prendiamo una domanda come "Per una famiglia con bambini di meno di tre anni è meglio un cane di razza Pastore Tedesco o di razza Labrador?". Per ottenere una risposta efficace, oggi, bisognerebbe suddividere il quesito in domande più piccole, cercare informazioni disponibili su questa e l'altra razza e poi mettere insieme i pezzi in un collage soddisfacente. Grazie alla prossima evoluzione nella sua funzione di ricerca, l'intelligenza artificiale di Google genererà in autonomia una panoramica delle informazioni chiave da prendere in considerazione, con link per approfondire.

Così l'A.I. potrebbe cambiare per sempre l'Internet che conosciamo

Sotto una prima panoramica di informazioni, seguiranno suggerimenti per i passaggi successivi, tra cui la possibilità di porre ulteriori domande all'intelligenza artificiale. Allo scopo, si aprirà una nuova modalità conversazionale, in cui l'utente potrà chiedere a Google ulteriori informazioni sull'argomento che si sta esplorando.

Intelligenza artificiale implementata nei risultati di ricerca

Un aiuto per lo shopping online

A Google sono convinti che l'IA generativa sarà in grado di fornire un aiuto agli utenti durante gli acquisti online. Il nuovo sistema potrà infatti fornire un quadro completo di informazioni su questo o quel prodotto, rendendo più rapide e semplici anche le decisioni d'acquisto più delicate e complesse.

"Quando cercate un prodotto - spiegano da Mountain View -, riceverete una panoramica di fattori importanti da considerare e di prodotti che fanno al caso vostro. Troverete anche descrizioni dei prodotti che includono recensioni pertinenti e aggiornate, valutazioni, prezzi e immagini dei prodotti. Questo perché la nuova esperienza di acquisto con IA generativa è basata sullo Shopping Graph di Google, che contiene più di 35 miliardi di schede di prodotto, il che lo rende il set di dati più completo al mondo di prodotti, venditori, brand, recensioni e inventari in continuo aggiornamento".

La nuova esperienza di ricerca, per ora, è solo sperimentale, e sarà testata a partire dalle prossime settimane all'interno del progetto Sge (Search generative experience) solo negli Stati Uniti. L'obiettivo è incorporare feedback significativi per lanciare e migliorare le nuove funzionalità conversazionali (e non solo) in un prossimo futuro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sempre più intelligenza artificiale: dopo ChatGpt anche Google non sarà più lo stesso

Today è in caricamento