Sabato, 15 Maggio 2021
L'errore di SpaceX / Stati Uniti d'America

Le luci che hanno illuminato il cielo (e lo scenografico errore di Space X)

Il cielo solcato scie di luci: in molti hanno pensato a un grosso meteorite - o a scenari ancora più bizzarri - ma la spiegazione è molto più semplice

Il cielo sopra Seattle (Foto da Twitter)

Le immagini sono diventati virali e circolano sui social: sono decine i video che immortalano il cielo notturno solcato scie di luci. In molti hanno pensato a un grosso meteorite - o a scenari ancora più bizzarri - ma la spiegazione è molto più semplice. È la conseguenza di uno degli ultimi lanci di SpaceX che con il suo razzo Falcon 9 ha creato uno scenografico rientro in atmosfera del secondo stadio del lanciatore di Elon Musk che si è disintegrato nei cieli di Seattle sulla costa del Nord-ovest degli Stati Uniti.

Nessun pericolo per le persone ma uno spettacolo che ha fatto alzare gli occhi al cielo e sta incuriosendo gli appassionati del mondo intero. 

space x combo-2

Se infatti come è noto il primo stadio dei razzi Falcon 9 viene recuperato dalla società privata che ha rilanciato le ambizioni spaziali statunitensi, il secondo stadio del lanciatore viene fatto disintegrare nell'atmosfera terrestre per evitare di accrescere il numero di detriti in orbita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rientro dovrebbe avvenire in zone disabitate, ma in questo caso non è andato come previsto. Il lancio della missione che ha portato in orbita l'ennesima flottiglia dei satelliti Starlink per la connettività Internet è avvenuto lo scorso 4 Marzo 2021 dal Kennedy Space Center in Florida e se il primo stadio ha fatto correttamente rientro a terra, il secondo stadio non ha effettuato correttamente la fase finale della missione e dopo circa 22 giorni in orbita - senza più poter usare i propulsori - si è lentamente disintegrato nell'atmosfera a circa 60 chilometri dal suolo, apparentemente senza causare ulteriori problemi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le luci che hanno illuminato il cielo (e lo scenografico errore di Space X)

Today è in caricamento