rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
L'invenzione

Realizzato un nuovo tessuto con nanoparticelle 'anti caldo'

Realizzata da un team di ricercatori immergendo la seta in una soluzione con alto potere rifrangente

Un nuovo tessuto potrebbe essere in futuro alleato prezioso dell'uomo per sopportare le temperature torride dell'estate. Sviluppato a partire dagli studi sulla seta, sarebbe in grado di filtrare i raggi ultravioletti del sole. A realizzarlo è stato un team di ricercatori delle università di Stanford e Nanchino, che hanno pubblicato i risultati della ricerca sulla rivista specializzata "Nature Nanotechnology".

Capi d'abbigliamento "freschi" in estate

Gli studiosi spiegano che è possibile rendere i capi di abbigliamento più "freschi". Se la seta ha già di base un'ottima capacità di riflettere la luce solare, allo stesso tempo contiene al suo interno un componente proteico che assorbe le radiazioni ultraviolette, rendendo quindi il materiale caldo sotto il sole. I ricercatori hanno elaborato un processo che permette di evitare l'eccessivo riscaldamento del tessuto: si tratta di immergere la seta in una soluzione liquida che contiene nanoparticelle di ossido inorganico, caratterizzate da un alto potere rifrangente. Quello che ne esce è un tessuto modificato, che mantiene le proprie caratteristiche ma sarebbe in grado, al contempo, di garantire temperature più contenute se esposto direttamente ai raggi del sole.

In particolare, i ricercatori hanno scoperto che in circostanze di picco di luce solare, la temperatura sotto questo materiale era di circa 3,5 gradi più fredda rispetto alla temperatura dell'aria ambiente. Hanno quindi posizionato il materiale su un pezzo di pelle umana replicata e hanno scoperto che la temperatura dell'epidermide era di circa otto gradi più bassa, rispetto allo stesso tipo di pelle "nuda".

C'è di più, perché gli autori dello studio hanno scoperto che la "nuova seta" è in grado di mantenere la pelle artificiale di circa 12,5 gradi più fresca rispetto al cotone standard. Ulteriori test hanno quindi dimostrato che il tessuto sarebbe in grado di riflettere il 95% della luce del sole, impedendole, di fatto, di passare attraverso la pelle sottostante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Realizzato un nuovo tessuto con nanoparticelle 'anti caldo'

Today è in caricamento