rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Gianluca Anoè

Opinioni

Gianluca Anoè

Giornalista Today

Siamo sempre al cellulare (e non ce ne rendiamo nemmeno più conto)

Prima di scrivere questo articolo sono stato pochi minuti al telefono. Il tempo di controllare la mail personale e quella di lavoro, rispondere ad un paio di messaggi su WhatsApp e scorrere senza troppa attenzione il feed di Instagram. Pochi minuti, dicevo, quantificabili, però, in più di 20 giri completi di lancette dei vecchi orologi analogici. Le ore che passiamo ogni giorno al cellulare sono tante, anzi tantissime, e fatichiamo a rendercene conto.

Una stima globale, che rende bene la dipendenza da display è stata elaborata recentemente: ogni giorno, nel mondo, si utilizzano per una media di quasi 5 ore - 4 ore e 48 minuti per la precisione - le app scaricate su smartphone e tablet. Il dato, che emerge dal report della piattaforma di analisi 'App Annie', è pesato sul 2021 e fa segnare il record di sempre. Il tempo di utilizzo viene destinato per il 42% alle applicazioni social e di comunicazione, mentre in Italia le più scaricate sono le app legate all'emergenza Covid-19 (PosteID, IO, Verifcac19, Immuni). Quelle con il numero maggiore di download, - si badi bene - non le più utilizzate.

La maggior parte del tempo sui social

La riflessione immediata è piuttosto evidente: passiamo sempre più tempo della nostra giornata davanti allo schermo dei dispositivi mobili e all'interno delle app. È vero che molti utilizzano lo smartphone per lavoro, però la maggior parte del tempo che si trascorre su questa o quella applicazione è comunque dedicata allo svago e alla curiosità. Il 42% delle ore è trascorso sui social network, il 25% su app di foto e video, mentre l'8% è dedicato ai videogiochi. Si può utilizzare lo smartphone per lavoro finché si vuole, ma il grosso delle ore di utilizzo sarà sempre dedicato ad applicazioni che con il lavoro poco - o nulla - hanno a che fare. A meno di fare l'influencer per professione, ma questo è un altro paio di maniche.

Le app più scaricate e usate nel 2021

Dal report di 'App Annie' emerge chiaramente come a farla da padrone, nel 2021, sia stato TikTok, app per smartphone in assoluto più scaricata negli ultimi 12 mesi. Seguono le controllate di Mark Zuckerberg: Instagram, Facebook e a ruota WhatsApp. Guardando invece entro i confini nazionali, le applicazioni più scaricate sono state quelle collegate alla pandemia: PosteID, IO, Verifcac19, Immuni, tra cui si inserisce Vinted, per comprare e vendere vestiti usati anche firmati. Le app invece più utilizzate sono, nell'ordine: WhatsApp, Facebook, Instagram e Messenger; in top 10 figurano anche Amazon, Spotify e Netflix.

Prima di terminare l'articolo ho preso in mano lo smartphone, non tanto per cazzeggiare, quanto per controllare quanto tempo, in media, ho trascorso al telefonino nell'ultima settimana. Sono convinto di non farne un utilizzo esagerato. Il resoconto parla di 12 ore sui social, 3 ore dedicate al Fantacalcio, poco più di due ore di navigazione su browser, un'altra ora spalmata tra utilizzo della fotocamera, mappe di Google e utility di sistema. Diciotto ore totali, per un utilizzo di due ore e mezza al giorno. Se la media globale sfiora le 5 ore, posso ritenermi abbastanza soddisfatto.
 

Si parla di

Siamo sempre al cellulare (e non ce ne rendiamo nemmeno più conto)

Today è in caricamento