rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Smartphone pieghevoli

Nel 2022 si aprirà la 'battaglia' degli smartphone pieghevoli

Tutti i colossi dell'hi-tech sono pronti a lanciare i propri 'foldable' e sfidare Samsung, padrona incontrastata sul mercato

Il 2022 sarà l'anno degli smartphone pieghevoli. Se ad oggi il panorama dei 'foldable' è stato quasi esclusivamente appannaggio di Samsung, - l'unico colosso dell'hi-tech a crederci davvero - con timidi tentativi da parte di Motorola, il futuro prospetta un cambio repentino di scenario. Quasi tutte le più grosse compagnie, dall'estremo oriente a occidente, infatti, si stanno muovendo per non rimanere indietro in quella che si prefigura come la 'battaglia' dei pieghevoli.

Il primo smartphone flessibile a debuttare sul mercato fu Samsung Galaxy Fold (con apertura a libro) a settembre, seguito a ruota da Galaxy Z Flip (con apertura a conchiglia) e i relativi upgrade: Galaxy Z Fold 2 e gli ultimi top di gamma, Z Fold 3 e Z Flip 3. Nel 2020 ci hanno provato Huawei con il Mate Xs e Motorola con il Razr 5G a tenere il passo dell'azienda coreana, senza però riuscire ad incidere allo stesso modo, anche in termini di vendite.

Xiaomi in Europa col suo foldable?

Il futuro ora si preannuncia differente, perché tutti i più grossi brand si stanno muovendo con il preciso obiettivo di rosicchiare la propria fetta in quel mercato fino adesso controllato, di fatto, solo da Samsung. Partiamo con Xiaomi, il colosso cinese che negli ultimi anni ha saputo imporsi anche in Europa, con la propria gamma di smartphone all'avanguardia. Xiaomi Mi Mix Fold, il primo cellulare pieghevole dell'azienda, è già sul mercato da diverso tempo, ma non ha mai raggiunto i nostri confini: indiscrezioni degli scorsi mesi volevano che il dispositivo potesse varcarli verso la fine del 2021, ma è più probabile che Xiaomi punti ad esportare la versione aggiornata, Mi Mix Fold 2 (non ancora annunciato).

La mossa di Oppo

Non è solo questione di fanta-smartphone, perché molti sono i dispositivi foldable già annunciati dalle diverse compagnie, a partire da Oppo - costola di OnePlus - che è pronta a lanciare il suo primo smartphone pieghevole, Find N. Uno smartphone con display interno da 7,1 pollici e esterno, che si apre in modalità landscape da 5,49. Ottimo il comparto fotografico, con sensore principale Sony da 50 megapixel e un teleobiettivo da 13. Processore al top, con Snapragon 888 e una Ram da 12 GB. Unico difetto: non c'è ancora una data per la commercializzazione a livello internazionale, per il momento potranno goderne solo gli utenti cinesi.

P50 Pocket: l'annuncio di Huawei

Dal canto suo, nonostante le difficoltà a reperire le componenti tecnologiche, Huawei non rallenta e guarda al futuro. Il colosso della tecnologia cinese è pronto a lanciarsi nella produzione del primo smartphone pieghevole. Secondo le indiscrezioni emerse sul social network Weibo, si dovrebbe chiamare P50 Pocket e montare, di serie, il sistema operativo di casa, HarmonyOS.

Le conferme sullla nuovo dispositivo a conchiglia arrivano anche da Huawei stesso, che ha annunciato il lancio, per ora solo in Cina, il 23 dicembre. Alla base della nuova strategia, c'è la convinzione che nel 2022 gli smartphone equipaggiati con Harmony cresceranno del 200% rispetto all'anno precedente. Un balzo notevole e forse insperato, che potrebbe permettere alla società di riprendere con forza una posizione di spicco sul mercato dei dispositivi mobili.

Secondo le informazioni circolate sui media cinesi, Huawei P50 Pocket seguirà l'esperienza di Motorola Razr e Galaxy Flip: sarà compatto da chiuso, mentre da aperto garantirà un display tradizionale. Lo smartphone pieghevole si contraddistinguerà per un telaio dorato, con motivo intrecciato elegante. Poche notizie sull'aspetto tecnico: improbabile che il dispositivo possa montare il processore Snapdragon di Qualcomm, fornitore Usa, più probabile il chipset Kirin, per quanto ci siano evidenti difficoltà nel reperimento delle componenti, su tutte il silicilo.

Anche Honor in pista con Magic V

L'ultimo annuncio in ordine temporale è quello di Honor, pronta a lanciare Honor Magic V. L'azienda nata da una costola di Huawei, ha progettato uno smartphone che beneficia di una cerniera centrale tra le due metà del display. Su un post su Weibo si legge che "l'ammiraglia pieghevole sta per essere rilasciata", anche se non è stata annunciata ancora alcuna data o prezzi di vendita.

Il design dovrebbe richiamare da vicino quello di Samsung Galaxy Fold Z3, con apertura a libro. Honor Magic V sarà un prodotto di punta, - o perlomeno queste sono le intenzioni della società - lasciando ipotizzare l'integrazione di hardware di primo livello, come il più recente chip di Qualcomm, lo Snapdragon 8 Gen 1, lo stesso di cui dovrebbero beneficiare i prossimi top di gamma di OnePlus e Samsung.

Google: sì o no?

Non trovano ancora conferma le voci secondo cui Google potrebbe annunciare uno smartphone pieghevole, Pixel Fold. Ad affermarlo era stato lo sviluppatore cstark27, che aveva notato come nella versione beta di Android 12 ci fossero delle righe di codice riferite ad un dispositivo dal nome "Passport". Si tratta dello stesso di cui si parla oramai da mesi, come il primo smartphone pieghevole di Big G.

Le indicazioni suggerivano che Passport potesse ospitare il nuovo processore Google Tensor prodotto da Samsung, fornitore anche del modem di connessione 5G di cui dovrebbe essere dotato il foldable. Altre voci riportano che il prossimo smartphone pieghevole beneficerà dello stesso schermo da 7,6 pollici e frequenza di aggiornamento a 120 Hz del Galaxy Z Fold 3, che proprio Samsung produce in casa, attraverso la divisione Display. Sul fronte Google, tuttavia, per ora non si registrano conferme (ma nemmeno smentite).

E Apple che fa?

Il colosso di Cupertino non sta a guardare, ma non sembrano esserci novità sostanziali in arrivo con il prossimo smartphone, iPhone 14, in uscita a settembre 2022. Piuttosto, secondo un rapporto del sito Business Korea, Apple starebbe collaborando con LG per realizzare un display Oled da 7,5" di cui potrebbe disporre il primo iPhone pieghevole, previsto per il 2023.

La fonte parla di due versioni, molto vicine a forme e design dei Galaxy Z Flip 3 e Galaxy Z Fold 3 di Samsung. Un iPhone quindi con apertura a conchiglia, mentre l'altro a libro, capace di diventare un piccolo tablet. Non si fa menzione dei possibili nomi per i dispositivi, e anche iPhone 'Flip' sembra un po' banale per dar vita alla prossima generazione di telefoni flessibili.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2022 si aprirà la 'battaglia' degli smartphone pieghevoli

Today è in caricamento