Venerdì, 22 Ottobre 2021
Recensioni

realme GT Master Edition, quando osare fa la differenza: la recensione

L'azienda cinese si distingue ancora una volta per il design graffiante dei propri smartphone: dopo quello che strizza l'occhio ai gamer, ecco un dispositivo che richiama il mondo dei viaggiatori

Le prestazioni sono ottime, la durata della batteria pure. Sul fronte del design bisogna fare i distinguo del caso, perché la versione "premium" - quella con 8GB di Ram e 256 di memoria, per intendersi - è originale, affidata alle sapienti mani di un designer giapponese. La versione base, per quanto pulita ed elegante, però, non regge il confronto. Il prezzo, ça va sans dire, cambia: realme GT Master Edition parte da una base di 299 euro e arriva a 399 per il miglior equipaggiamento.

INDICE DEI CONTENUTI

Nella scatola

All'interno della confezione del nuovo Realme GT Master Edition, oltre allo smartphone, sono contenuti una cover in silicone grigia, che richiama la back cover; caricabatteria Super Dart a 65W e cavetto per la ricarica Usb-c type.

Realme GT Master Edition contenuto scatola

Design: osare fa la differenza

Il design è il punto di forza del nuovo Realme GT Master Edition, in particolar modo nella sua versione Voyager Grey. Come ricorda il nome stesso, la back cover dello smartphone ricorda l'andamento ondulato delle superfici dei moderni trolley. Il design è frutto della mente del designer giapponese Naoto Fukasawa, fresco vincitore dell'iF Design Award 2021. Molto piacevole anche la sensazione al tatto, un materiale ibrido tra plastica e simil pelle che - punto a favore - non rilascia alcun tipo di impronta durante l'utilizzo.

Per il resto il design è pressoché identico a quello già visto in Realme GT: frontalmente non cambia nulla, il display è in tutto e per tutto lo stesso e anche la fotocamera anteriore è disposta in alto a sinistra.

Viaggiare ha avuto un ruolo importante nella mia vita e mi ha consentito di apprendere le differenze esistenti nel mondo e cosa sia il vero design. Volevo progettare uno smartphone adatto a tutte le persone. Soprattutto per le persone allegre, attive e vivaci.

Naoto Fukasawa

Display: ottima luminosità

Il display di Realme GT Master Edition è ampio ma non esagerato, un Samsung Amoled da 6,43" con frequenza di aggiornamento a 120 Hz e campionamento a 360. La. luminosità massima dello schermo raggiunge i 1000 nits.

La regolazione automatica della luminosità funziona discretamente bene, anche quando il dispositivo è sotto la luce solare: la visibilità è più che soddisfacente, con i colori che diventano molto accesi e permettono un utilizzo pressoché normale dello smartphone - senza la necessità di trovare riparo all'ombra per trovare un contatto in rubrica o mandare un messaggio.

Per esperienza personale, ho trovato più efficiente il lettore di impronte digitali sotto lo schermo. Rispetto a Realme GT, infatti, il sensore risponde meglio alla pressione del polpastrello, e non è necessario "tappare" due o tre volte come in passato per sbloccare lo schermo. Un passo avanti che fa felice l'utente.

Processore

Il nuovo smartphone di Realme monta - primo in Europa a farlo - il processore Snapdragon 778G 5G, che contiene un core principale Cortex-A78 con velocità di clock di 2,4GHz. Secondo il produttore, questa combinazione dovrebbe garantire un miglioramento delle prestazioni del 40%. 

Realme GT Master Edition ha ereditato dal capostipite il sistema di raffreddamento a camera di vapore. Combinato con un processore a 6 nm, lo smartphone permette un funzionamento ottimale in tutte le condizioni d'uso e anche le sessioni di gioco più impegnative non inficiano nel suo corretto funzionamento.

Realme GT Master Edition (1)

Batteria e autonomia

Realme GT Master Edition monta una batteria piuttosto contenuta, a bene vedere, infatti, i 4300mAh - inferiori rispetto ai 4500 di Realme GT - sono pochi, se confrontati con gli smartphone della stessa fascia presenti sul mercato. Non si tratta comunque di una pecca, perché con un utilizzo piuttosto intensivo, infatti, si riesce tranquillamente ad arrivare fino a sera. Di certo, l'ottimizzazione del software permette al dispositivo di rendere al massimo e di essere sfruttato, senza dover per forza di cose portare sempre con sé una power bank per ricariche d'emergenza.

Degna di menzione è la ricarica rapida a 65W, che permette di ricaricare completamente lo smartphone, dallo 0 al 100%, in poco meno di 40 minuti. Dai test che ho effettuato, però, in poco più di 15 minuti si riesce ad arrivare ad un ottimo 50% di autonomia, che permette di passare indenni una mattinata o un pomeriggio di lavoro anche piuttosti intensi.

Foto e video

Passiamo ad analizzare il comparto fotografico, che è poi quello a cui solitamente l'utente presta più attenzione. Non ci sono grosse novità rispetto alle fotocamere di Realme GT, ma quella anteriore, con sensore da 32 megapixel, permette di scattare degli ottimi selfie, di certo superiori a quelli del "capostipite" della famiglia.

Il comparto posteriore consta in un sensore principale da 64 megapixel, con apertura massima di f/1.8, una lente grandangolare da 8 megapixel e una macro da 2. Gli scatti sono di ottima qualità, se confrontati con quelle degli smartphone della concorrenza. Le foto scattate con buona luce sono davvero piacevoli alla vista e lo zoom fino a 3X restituisce delle immagini più che soddisfacenti in termini di qualità e sgranatura. Le fotografie con grandangolo hanno una definizione naturalmente inferiore rispetto a quelle effettuate col sensore principale, ma in ambienti o esterni molto luminosi, le foto che ne escono sono davvero di buona qualità.

Le foto scattate in modalità notturna sono scenografiche e di ottima qualità. Forse troppo luminose e con toni spesso non corrispondenti alla realtà, ma di certo più che soddisfacenti: non ci si può di certo lamentare.

Realme GT Master Edition permette di girare video pregevoli, in 4K a 30 fps. La qualità del girato è ottima, così come la stabilizzazione dell'immagine. Anche la fotocamera frontale è in grado di registrare dei buoni video in alta definizione (forse non all'altezza per chi di professione fa l'influencer).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

realme GT Master Edition, quando osare fa la differenza: la recensione

Today è in caricamento