Stadia e un nuovo modo di videogiocare: cosa offre ad oggi la piattaforma di Google

Rilasciato nel 2019, il servizio di cloud gaming permette di giocare in streaming ad una lista di titoli presenti. Disponibile in 14 Paesi, supporta anche la risoluzione in 4k

I controller di Google Stadia (foto pagina Facebook ufficiale)

Innovare e portare avanti nuove idee in un mondo videoludico che le sue colonne portanti già le ha e sono davvero solide, risulta un’impresa quasi impossibile e spesso si finisce per collocarsi in una terra di mezzo dove non sempre ti va bene tutto. Stadia, ultima fatica di Google in campo videoludico uscita nel 2019, è l’esempio perfetto di una piattaforma che cerca di farsi largo senza però battagliare con i colossi già affermati.

Google Stadia non è mai entrata in competizione con Ps4 e Xbox One, offrendo un qualcosa di completamente diverso. Paragonarla con Apple Arcade risulta più semplice in alcune circostanze, ma le differenze restano enormi. Ecco che, dunque, siamo davanti ad una via di mezzo che soddisfa molti appassionati e si pone come alternativa di un certo peso alla solita “via” per giocare ad un videogioco.

Google Stadia, prezzo e caratteristiche

Come detto, Google Stadia è disponibile fin dal 19 novembre 2019. Non è mai stata prevista una console, trattandosi di una piattaforma di cloud gaming. Una volta sottoscritto un abbonamento si ha accesso al parco titoli, da poter giocare in streaming, dunque sfruttando la propria connessione. I dispositivi da utilizzare sono ovviamente quelli già a disposizione del videogiocatore, come Pc, Tv e sui dispositivi mobile compatibili.

Apriamo il capitolo abbonamenti per capire meglio come funziona il primo approccio alla piattaforma. Google propone una prima offerta chiamata Stadia Pro. Al coso di 9,90 euro al mese permette di accedere alla raccolta di giochi gratuiti, oltre a poter acquistare altri titoli non presenti sul catalogo con degli sconti speciali. Possibile giocare alla massima potenza, con una risoluzione fino a 4k ultraHD. L’unico lato negativo è, ovviamente, legato al fatto di poter sfruttare una lista limitata di giochi gratis con il solo pagamento mensile.

Il secondo abbonamento è la versione base, attivabile una volta disdetto Stadia Pro. La prima limitazione è legata alla risoluzione ferma ad un massimo di 1080p. Non si potrà accedere alla lista di giochi gratuiti, ma si dovrà acquistare ogni singolo titolo.

 L’alternativa certamente più completa ci porta alla Stadia Premier Edition. Con 99,99 euro è possibile acquistare un pacchetto con all’interno un Google Chromecast Ultra (fondamentale per giocare su TV) e un controller Stadia da poter utilizzare su tutti i dispositivi. 

Ultimo acquisto da poter effettuare nel panorama Stadia è proprio l’iconico controller, disponibile in tre versioni di colori al prezzo di 69 euro. 

Google Stadia, i giochi

Gli abbonamenti sono importanti, così come le specifiche tecniche e gli accessori. Per chi offre un servizio nel mondo videoludico, però, ciò che conta di più sono i videogiochi. Google Stadia presente una serie di titoli interessanti. Al lancio ne arrivarono 12, compresa l’esclusiva Gylt, ma entrati al 2020 la lista è stata ovviamente aggiornata. 

In attesa dei prossimi arrivi, dove spicca Cyberpunk 2077, ma anche Fifa 21 e Assassin’s Creed Valhalla, attualmente troviamo giochi di grande livello. Un nome su tutti? Red Dead Redemption 2, oltre ad Assassin’s Creed Odyssey, F12020, Tomb Rider 20 Definitive Edition e tanti altri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bisogna dirlo, Google Stadia aveva un primo obiettivo e l’ha raggiunto. La piattaforma può migliorare ma l’inizio è positivo. Certo, un parco titoli ancora più vasto migliorerebbe il tutto, ma le basi per continuare a fare bene ci sono. Difficile dire se il futuro dei videogiochi sarà interamente legato ad un cavo internet, una buona connessione e allo streaming. Per ora, rappresenta un’alternativa degna di nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I fratelli Bianchi chiedono l'isolamento in carcere: "Hanno paura"

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 12 settembre 2020: i numeri e le quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi martedì 15 settembre 2020: numeri e quote

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi giovedì 17 settembre 2020: numeri e quote

  • Cosa c'è dietro il video dell'autoscontro con i banchi a rotelle nel primo giorno di scuola

  • Il bambino violentato, ucciso e seppellito a pezzi in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Today è in caricamento