rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Web

Anonymous, sotto attacco i siti Trenitalia ed Equitalia

Weekend all'insegna degli hacker. Sabato è stato colpito il sito delle ferrovie, domenica quello dell'agenzia per la riscossione tributi. E il web simpatizza per loro.

Nel weekend, altri due attacchi cyber-attacchi firmati Anonymous. Stavolta è il turno di Trenitalia e di Equitalia. Partiamo dal primo.

La rete di hacker che sta facendo impazzire il mondo ha spiegato di aver attaccato sabato pomeriggio il sito di Trenitalia per molteplici motivazioni. La prima: "la cancellazione dei treni InterCity Notte che permettevano ad intere famiglie di spostarsi lungo la penisola italiana" facendo così aumentare "il gap tra nord e sud". In pratica, Trenitalia è colpevole, secondo gli hacker, di aver "abolito i treni dell'operaio, dello studente, dell'impiegato, del pendolare". Il tutto a causa del "malsano impegno sull'alta velocità". Così, "il treno, grazie a Trenitalia, è passato da mezzo del popolo a mezzo per pochi". 

Altra motivazione: il rifiuto di Rfi, la società delle Ferrovie dello Stato che gestisce binari e stazioni, "di reintegrare Bruno Bellomonte, licenziato dopo una condanna di 29 mesi di carcere preventivo ma non reintegrato dopo la piena assoluzione".

Quindi, il fattore Tav, giudicata da Anonymous "un'opera inutile". In chiusura di messaggio, gli hacker fanno notare come "sia stato scelto un giorno festivo per attuare questa protesta simbolica per minimizzare i disagi in particolar modo per i pendolari".

Domenica è stato invece il giorno di Equitalia, giudicata "un'anomalia tutta italiana, azienda in teoria pubblica che si occupa di riscossione di tributi dovuti all'Agenzia dell'entrate". La loro colpa? Ad esempio quella di impiegare mesi, "spesso anni per le più banali notifiche, facendo così lievitare a dismisura gli interessi dovuti". Un attacco rivendicato in nome degli italiani "stanchi dei vostri abusi". 

E mentre proseguono le indagini per smascherare la rete di hacker, il web, e in particolare gli utenti dei social network, si mostrano sempre più vicini agli Anonymous. Sono ormai tantissimi gli utenti facebook che come immagine del proprio profilo hanno scelto l'icona degli Anonymous: la maschera di V per Vendetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anonymous, sotto attacco i siti Trenitalia ed Equitalia

Today è in caricamento