rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Tv News

Belve, Giacomo Urtis: “Faccio interventi chirurgici invece di andare dallo psicologio”

Il chirurgo estetico dei vip si racconta nel salotto di Francesca Fagnani

Giacomo Urtis si è proposto a Francesca Fagnani per essere intervistato a Belve e lei non si è fatta pregare e ha accolto nel suo studio il ‘chirurgo dei vip’, a cui non piace affatto la definizione “E’ limitato, da me vengono tutti”.

Dice di sentirsi una belva mitologica, un minotauro, “ma metà uomo e metà donna”.

Una delle prime domande forse inevitabile è: “Qual è il suo rapporto con la verità?”

“Io di solito sono un libro aperto, quello che penso dico e lo faccio” e da questa premessa inizia la chiacchierata con un personaggio che è, o almeno pare vorrebbe essere, uno nessuno e centomila infatti dice: “Ognuno mi vede in una maniera diversa: c’è chi mi vede uomo, chi una donna, chi un trans”.

Ma smentisce che stia pensando a una transizione: “Per il momento no. Mi piaccio in questo momento, però piaccio anche agli uomini, non solo gay”.

Il suo rapporto bulimico con la chirurgia è forse la cosa per cui è più noto questo personaggio, che lo spiega così:

“O usi la chirurgia o vai dallo psichiatra, io quando ho delle problematiche psicologiche fanno interventi chirurgici, non li faccio da cinque anni, quindi vuol dire che sto bene in questo periodo”.

Dopo una serie di mirabolanti racconti che vanno da un’amicizia con non ben identificati membri della famiglia reale inglese, o molte ‘innovazioni’ e idee nella professione di chirurgo plastico su cui precisa: “Sono laureato in medicina, ho fatto un master in chirurgia estetica, non ho mai detto di essere chirurgo plastico.”

Mio padre mi dà la paghetta come Britney Spears

E’ vero che non sa quanto ha guadagnato? Chiede la Fagnani.

“Gestisce tutto mio padre  che poi mi dà la paghetta, un po’ come il padre di Britney Spears. Io prendo la paghetta, 200€ a settimana e vivo di regalo. Essendo famoso ho sponsor ecc. Per le bollette non ho problemi, vivo a casa con i miei. Faccio i punti del supermercato, ma non sono tirchio, sono oculato, ho imparato a mio padre. Però di base vinco duemila euro al mese al superenalotto. Il 21 febbraio ho vinto 2800€”.

Naturalmente, la conduttrice gli fa un’inevitabile domanda: “Ma c’è niente di vero in quello che racconta?”

Il rapporto con i genitori è comunque complesso con i genitori, in particolare con il padre che non accetta la sua omosessualità.

“E’ difficile vivere con un padre che non accetta che sono gay. Ho vissuto per tanti anni nell’ombra, addirittura mi sono sposato con una ragazza. Ma con i miei vivo ancora un rapporto di dipendenza, abito ancora con loro e non so cosa succederà quando non ci saranno più”.

Il rapporto con Fabrizio Corona e Silvio Berlusconi

Non può mancare la domanda sul rapporto con Fabrizio Corona, che gli ha fatto capire la sua omosessualità. Racconta Giacomo Urtis:

“Ero fidanzato, in aeroporto, ho visto Fabrizio Corona, non ci siamo più lasciati e mi ha portato a vivere a Milano. Io mi sono subito invaghito. E’ un ibrido tra amicizia e amore, è un’amicizia speciale con lui. Quello che c’era tra me e Fabrizio era una cosa a parte rispetto a quello che lui aveva con l’ex moglie o con la fidanzata”.

Ma c’è mai stato un rapporto fisico? “Può esserci stata intimità, ma sono cose nostre.”

E il rapporto con Silvio Berlusconi e con il mondo che gli gira attorno?

“Io simpatizzo per Berlusconi perché penso che sia un uomo pazzesco, sono amico della Fascina, la conosco da tanti anni. Penso che Berlusconi sia stato e ancora sia un bell’uomo. Anche perché la sua bellezza è a 360 gradi. E’ perfetto così.”

“La gioia della mia vita sono i miei genitori e ho paura quando li perderò”

“Ho paura di impazzire se rimugino nel passato, scavo su situazioni anche dure. Mio cugino per esempio mi molestava, avevo sei anni, per me era un gioco, a distanza di anni ho capito che era una molestia”.

Il futuro?

“Non mi fa paura del futuro, mi vedo in campagna a coltivare. Già a Milano in giardino ho piantato le banane”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belve, Giacomo Urtis: “Faccio interventi chirurgici invece di andare dallo psicologio”

Today è in caricamento