rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
La stoccata

Bonolis, la frecciata dopo il successo di Sanremo: "Ora è più semplice, bisogna impegnarsi meno"

Il conduttore ha ricordato i Festival da lui condotti riservando una sottile frecciata ad Amadeus e al suo clamoroso successo

Che Paolo Bonolis non sia entusiasta del Festival di Sanremo così com’è concepito è cosa nota. Il conduttore, che la kermesse ha condotto due volte, nel 2005 e nel 2009, lo ha ribadito alla vigilia del debutto di questa 72esima edizione, proponendo la sua idea di sganciarla dal teatro Ariston (“Sanremo deve essere il più possibile stupefacente, sennò è una messa cantata”, aveva detto). Adesso, sull’onda di un successo clamoroso, lo showman è tornato sull’argomento, commentando un successo clamoroso che, a suo dire, sarebbe stato favorito da dettagli inesistenti ai tempi della sua presentazione.

Paolo Bonolis commenta il successo di Sanremo 2022

Paolo Bonolis è stato ospite di Facciamo finta che, il programma di Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri in onda su R101. Alla domanda: “Che memoria hai dei tuoi Sanremo?”, pronta è stata la risposta del conduttore che ha ricordato le sue esperienze al Festival durante un momento televisivo in cui Mediaset schierava una forte contro programmazione.

“Piacevolissimi. Erano Sanremo nei quali bisognava darci dentro per organizzarli, per creare qualcosa di veramente nuovo, spettacolare, perché avevamo contro tutto” ha affermato: “Nel 2005 e nel 2009 avevamo contro la guerra civile perché tutti i programmi migliori di Mediaset erano accesi. Poi la cosa è cambiata, sono contento per loro perché la strada è più semplice, però bisogna impegnarsi meno ora a farlo. Ora non c'è proprio programmazione contro e quindi diventa un po' più facile, per quanto poi la cosa devi farla bene, hanno saputo farla bene tutti, ci mancherebbe altro, però non c'è più quella tigna che ci vuole per trovare qualcosa che possa sconfiggere anche le velleità dell'avversario”.

Sanremo 2022, la finale più vista degli ultimi vent'anni

La terza edizione di Sanremo condotta da Amadeus è stata la più vista degli ultimi vent’anni. La finale è stata seguita da 13.380.000 spettatori, con la media di share del 64,9%. Oltre 10 punti in più dell'anno scorso. Per trovarne uno più alto bisogna tornare infatti al Festival del 2000, condotto da Fabio Fazio con Luciano Pavarotti, Teo Teocoli e Ines Sastre, che ottenne una media di share nella finale del 65,47% di share.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonolis, la frecciata dopo il successo di Sanremo: "Ora è più semplice, bisogna impegnarsi meno"

Today è in caricamento