rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Tv News

Cartabianca, Alessandro Orsini: "Le famiglie mi scrivono da Mariupol, non vogliono la guerra"

L'intervento del professore di sociologia del terrorismo internazionale nel talk di Rai3

"Sono in contatto con famiglie a Mariupol che mi scrivono tutti i giorni e mi dicono 'professore, parli. Voi italiani siete impazziti a dare armi'. Queste donne che mi scrivono con bambini morti non hanno voce, la propaganda della Nato ci fa credere che tutte queste persone vogliano la guerra. Ci sono migliaia di mamme, bambini e genitori che non la vogliono": così il professor Alessandro Orsini, docente di sociologia del terrorismo internazionale, ha parlato a Cartabianca nel corso della puntata di martedì 19 aprile. "Se la Russia è in difficoltà, gli ucraini sono più in difficoltà della Russia" ha aggiunto ancora parlando del conflitto: "Se la Russia dovesse trovarsi in una condizione disperata ricorrerebbe ad armi devastanti con cui riuscirebbe a vincere la guerra: lo dice il capo della Cia, non lo dico io". 

E ancora: "Tutte le previsioni che avevo fatto si stanno verificando una dopo l'altra" ha proseguito Orsini: "Avevo detto che la Russia era in grado di sventrare l'Ucraina come e quando vuole ed è quello che sta accadendo. Non riesco a comprendere questa esaltazione retorica della resistenza ucraina. Va benissimo lodare il coraggio dei combattenti ucraini, sono un loro ammiratore. Ma come si fa a non comprendere che Putin sta letteralmente devastando l'Ucraina da cima a fondo? Come si fa ad essere così ciechi?". 

Al termine della sua invettiva contro Mario Draghi è intervenuta Anastasia Kuzmina, che ha mosso al professore un'obiezione: "Ero curiosa di sapere come fa a sentire le persone a Mariupol, perché le mie amiche di Mariupol non sentono i propri genitori dal 2 e dal 3 marzo, quindi da quasi due mesi. È un po' strano sentire che lei è in contatto con delle persone di Mariupol". Obiezione alla quale Alessandro Orsini non ha dato risposta.

Orsini a Cartabianca, Franco Di Mare si dissocia: la dura replica di Bianca Berlinguer

Il dibattito su Alessandro Orsini 

Nelle scorse settimane Alessandro Orsini è stato molto criticato per le sue esternazioni sull'Ucraina e sulle colpe dell'Occidente. Il dibattito ha rigiuardato soprattutto la Rai. Se Bianca Berlinguer ha difeso la sua presenza nel talk da lei condotto ("Ritengo che un dibattito pluralista debba dare spazio a tutte le opinioni, cosa che fanno o che almeno dovrebbero fare tutti i programmi televisivi di informazione"), decisamente contrario è stato Bruno Vespa: "La pandemia ci ha insegnato quanti danni può fare una informazione distorta" - ha detto il conduttore di Porta a Porta motivando il suo no ad averlo nel programma di Rai1 - L’estremismo No Vax portato in televisione ha sulla coscienza tante anime fragili. Con la guerra non si può commettere lo stesso errore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartabianca, Alessandro Orsini: "Le famiglie mi scrivono da Mariupol, non vogliono la guerra"

Today è in caricamento