Domenica, 14 Luglio 2024
Tv News

Ci vuole un fiore, Francesco Arca parla dell'amore per i figli: "È naturale"

L'attore rivela anche cosa porterebbe con sé se fosse costretto a lasciare il nostro pianeta: ecco le sue parole

Seconda edizione per lo show condotto da Francesco Gabbani, Ci vuole un fiore, la cui prima puntata vede salire sul palco di Roma Francesco Arca, pronto a regalare il suo “Fiore” al pubblico di Rai 1; un fiore che parla di amore e protezione, perché amare i propri figli è naturale, come lo è difendere i propri cuccioli per gli animali. L’attore di Resta con me parte con un monologo dedicato alle persone più importanti della sua vita, la famiglia, e in particolare i suoi pargoli. 

Il monologo 

Francesco Arca inizia il discorso con una riflessione sulla naturalità delle cose: “Quando si deve rispondere a qualcosa di ovvio, spesso usiamo le parole ‘è naturale’, ma la domanda più importante è ‘ami i tuoi figli?’ ‘È naturale’”. L’attore ricorda la prima volta che ha visto la figlia e il senso di protezione e responsabilità che inconsciamente ne sono derivati, aggiungendo che “essere genitore è un scambio continuo con i figli: si cresce insieme, anche se sono io ad imparare più cose da loro”. In seguito si sofferma sui bambini che, come i cuccioli degli animali in natura, celebrano la diversità e non ne hanno paura perché “è naturale”. "Nel mondo animale essere genitori e figli non è solamente una questione biologica. Gli animali si prendono cura di tutti i cuccioli, anche quando appartengono a specie differenti”, dice l'attore, per poi concludere con queste parole: “Nella vita dovremmo poterlo fare anche noi e con la stessa naturalezza. Essere genitore per me significa proteggere, che tu sia un leone o un cerbiatto non fa alcuna differenza perché non c’è nulla che non faresti per i tuoi figli. I cuccioli vanno protetti, è naturale". 

Francesco Arca rivela le sue priorità

Dopo il monologo, Gabbani prosegue l’intervento ricordando ad Arca le cose che i due hanno in comune: “Ci chiamiamo entrambi Francesco, siamo toscani e siamo due sex symbol!”, un’affermazione che suscita una fragorosa risata nel pubblico, anche se l’attore dichiara: “Sono vere tutte e tre le cose: mia figlia è perdutamente innamorata di te!”. Si passa a parlare della fiction Rai “Resta con me”, dove Arca interpreta un padre adottivo. Infine, i due si soffermano su un nuovo progetto legato all’ambiente, un documentario che andrà in onda sulle reti Rai e parla dell'equilibrio instabile fra tecnologia e natura. 

Non solo, perché Francesco Arca rivela che se dovesse essere costretto a lasciare il pianeta, porterebbe con sé la famiglia, perché “senza di loro non funziono”, gli amici, “pietra miliare della mia vita”, i nemici, “altrimenti diventa tutto noioso”, una cassa di buon rosso toscano, e un maestro di ballo, perché “non ho mai ballato”. L’incontro termine dopo una danza improvvisata sulle note di “Deus” di Adriano Celentano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ci vuole un fiore, Francesco Arca parla dell'amore per i figli: "È naturale"
Today è in caricamento