rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
la videointervista

Raoul Bova e Nino Frassica: "Vi raccontiamo il 'nuovo' Don Matteo"

Dal 31 marzo su Rai1 la tredicesima stagione della fiction che vede l'importante passaggio di testimone fra Terence Hill e Raoul Bova

(Sopra la videointervista a Raoul Bova e Nino Frassica)

Una coppia inedita quella che abbiamo incontrato oggi alla conferenza stampa di Don Matteo 13. Nino Frassica, pilastro dela fortunata serie, sarà affiancato nelle nuove 10 puntate, in onda su Rai1 a partire da giovedì 31 marzo, da Raoul Bova.

Un testimone importante quello che l'attore riceve da Terence Hill, amatissimo protagonista della fiction che ora cede il posto a don Massimo: "Mi sono concentrato nel fare bene il mio lavoro, ho cercato il più possibile di entrare in un personaggio che un po' teneva conto anche del mio passato - spiega a Today - La parte poliziesca l'ho sempre interpretata, la parte spirituale l'avevo fatta in San Francesco, ma è un santo. Un prete che sta con la gente mi mancava e volevo sperimentarlo. Mi sono concentrato su quello, rispettando una serie che ha i suoi ritmi, le sue basi forti, la sua struttura. Non mi aspetto nulla per quanto riguarda il risultato, è sempre imprevedibile. Non si può piacere a tutti, ma l'importante è concentrarsi su quello che si fa. Io credo che se sei positivo e rispetti quello che fai, può piacere o meno ma sei a posto con la coscienza".

Per il maresciallo Cecchini non è stato semplice: "L'arrivo di don Massimo e la scomparsa del mio amico don Matteo mi turba - racconta Nino Frassica - Addirittura penso che possa essere proprio lui il colpevole di questa assenza, lo guardo molto sospettoso e non gradisco la sua presenza nella canonica. Poi piano piano mi accorgo che non è per niente cattivo, anzi, somiglia a don Matteo. Ha lo stesso carattere e la stessa apertura mentale, per cui mi affeziono fino a diventarci amico". Nel cast fin dalla prima stagione, Frassica rivela di non essere mai stato vicino a un addio grazie alla sceneggiatura sempre nuova e stimolante: "Se mi avessero scritto storie ripetitive me ne sarei andato, invece hanno sempre fatto accadere al maresciallo cose diverse. Mi è successo di tutto. Ho sempre detto che se non fossi stato ripetitivo avrei accettato e loro hanno mantenuto la promessa".

Giannetta-Lastrico, insieme sul set (e non solo): "L'amicizia non è una sottomarca"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raoul Bova e Nino Frassica: "Vi raccontiamo il 'nuovo' Don Matteo"

Today è in caricamento