rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
EUROVISION SONG CONTEST

L’Eurovision parte alla grande da Torino: l’Ucraina è tra le finaliste

La prima semifinale è un successo. Dardust scatena la “Dance of Beauty”, Diodato merita grandi applausi per la sua “Fai Rumore”

L’Eurovision Song Contest è finalmente andato in scena oggi, martedì 10 maggio, con la prima semifinale in diretta dal PalaOlimpico su Rai 1. Il bellissimo pubblico, accorso da ogni parte d’Europa, ha tifato per le 17 nazioni che si giocavano i dieci posti in finale.

Canzoni già note, secondo la formula della manifestazione, sono state votate dal pubblico e dalle giurie nazionali. Alla fine questi i verdetti: si sono qualificate Svizzera, la Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia, Olanda.

Il risultato più importante, però, è che l'Eurovision è riuscito, fin dalla partenza, a regalare, almeno per qualche ora a tutta Europa un po' di unità e spensieratezza in un momento così difficile.

Eurovision Song Contest: le qualificate della semifinale

Il ritmo serrato nella conduzione della serata, che segue sempre lo stesso format, ha dato grande spazio alla musica con i conduttori che hanno fatto bene il loro compito senza poter strafare.

Avranno ulteriore spazio nela semifinale, in programma giovedì 12 maggio e in finale, sabato 14 maggio, dove Laura Pausini, che oggi ha voluto omaggiare Raffaella Carrà accennando la sua "Fiesta", duetterà con Mika e Cattelan omaggerà le bellezze dell'Italia.

Applausi meritatissimi per Antonio Diodato, che ha avuto un risarcimento per l’Eurovision perso a Rotterdam a causa della pandemia con una grande interpretazione di “Fai rumore” e Mahmood e Blanco che hanno un grande tifo dalla loro in vista della gran finale a cui l'Italia accede di diritto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Eurovision parte alla grande da Torino: l’Ucraina è tra le finaliste

Today è in caricamento