rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Tv News

Francesco Testi, da "Baciamo le mani" a "Furore"

Nuovi progetti in vista per l'attore, in tv in questi giorni con la fiction di Canale5 che lo vede protagonista insieme a Sabrina Ferilli

Francesco Testi è il bel Ruggero Vitaliano di "Baciamo le mani", la fiction di Canale5 con Sabrina Ferilli e Virna Lisi. Già visto in "Il peccato e la vergogna", "Sangue caldo" e "L'onore e il rispetto", Testi ha parlato del suo personaggio a "Tv Sorrisi e Canzoni".

"Mi è molto lontano perché è passivo e indeciso. Per preparare un personaggio e costruire tutta la sua personalità si usa tutto quello che c’è scritto in sceneggiatura, anche al di là delle battute del copione - ha detto Testi - Ecco io mi sono fatto l’idea di Ruggero come di un uomo dal carattere positivo, solare addirittura, che poi si è incupito dentro il matrimonio, quando si è accorto che tutto quello che si aspettava dalla moglie Louise non c’era e non ci sarebbe mai stato. Per inciso, Nathalie Gomez ha fatto un ottimo lavoro nell’interpretare le debolezze del suo personaggio".

Francesco e Ruggero sono diversi ma in fondo Testi, che è reduce da un anno molto difficile che lo ha precipitato nel tunnel della depressione, è molto legato al suo personaggio: "Ruggero non è certo esuberante come temperamento. E come dicevo è indeciso, un tratto che proprio non condivido. C’è una parte del suo carattere che non stimo. Ma questo non significa che sia meno legato a questo personaggio. Il mio orgoglio è che gli otto ruoli che ho interpretato finora sono diversissimi l’uno dall’altro. Credo d’essere riuscito a evitare i cliché. E comunque anche da Ruggero aspettatevi grosse sorprese nelle prossime puntate".

Ma il bell'attore ha già pronto un nuovo progetto e presto lo vedremo in "Furore".

"Recito di nuovo accanto a Massimiliano Morra e siamo presissimi. È la storia di una famiglia povera siciliana che emigra al Nord: il mio personaggio, Vito, deve assumere un po’ il ruolo del padre che è venuto a mancare. Per continuare gli esempi, e a voler fare i grandiosi, un po’ alla “Rocco e i suoi fratelli”. Ehi, non c’è niente di male nel guardare ai giganti!".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Francesco Testi, da "Baciamo le mani" a "Furore"

Today è in caricamento