Domenica, 14 Luglio 2024
Tv News

Gianni Minà e la moglie Loredana Macchietti: l'amore e l'ultimo bellissimo progetto insieme

Solo lo scorso anno è stato pubblicato il documentario autobiografico diretto dalla regista: "Una vita da giornalista"

Solo l'anno scorso è stato pubblicato e presentato al pubblico il documentario sulla vita di Gianni Minà. Un lavoro autobiografico realizzato con la moglie regista Loredana Macchietti. Pensando al lavoro che è stato fatto può essere visto come il loro ultimo grande progetto, sempre spalla a spalla nella vita privata e professionale. La morte di Minà a seguito di una breve malattia cardiaca ha sconvolto il mondo dell'informazione non solo italiana. Professionista apprezzato anche all'estero ha intervistato alcuni dei più grandi personaggi internazionali del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo. Ha collaborato con quotidiani e settimanali italiani e stranieri, realizzando centinaia di reportage per la Rai, ideando e presentando programmi televisivi, e girando film documentari su Che Guevara, Muhammad Ali, Fidel Castro, Rigoberta Menchú, Silvia Baraldini, il subcomandante Marcos, Diego Armando Maradona.

E proprio di tutto questo parla "Una vita da giornalista", un ultimo toccante lascito, un racconto professionale che si intreccia a quello privato. La famiglia ha sempre avuto un ruolo importante per Minà e lo dimostra il sodalizio che si era creato con la moglie.

La sua eredità è riassunta, quindi, nel documentario che ha aperto il Bari international film festival nel 2022. "Io vengo dal sociale e con lui, grazie a quella visione, ho scoperto e decifrato mondi bellissimi ma anche tremendi", aveva dichiarato, come riporta Ansa, in occasione della presentazione della pellicola.

"L'idea di questo lavoro - spiegò Macchietti -, che è memoria dinamica, è nata insieme, da una festa alla Casa del Cinema di Roma nel 2008 con tutti i suoi amici per i cinquant'anni della sua professione. Mi ha chiesto di scrivere un copione sulla sua vita professionale, montato con lo stile di Minà". 

"La cosa più difficile è stata scegliere tra ore e ore di teche Rai e di nostro materiale che stava in magazzino e non era stato mai visto. Ho scelto le cose che mi divertivano - aggiunse -, è un po' un dietro le quinte, un po' la storia del giornalismo e della televisione dagli Sessanta ai giorni nostri, perché io non volevo raccontare solo lui, ma l'evoluzione o l'involuzione del giornalismo. È la storia di Gianni Minà, ancora molto popolare nonostante siano vent'anni che non appare in televisione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gianni Minà e la moglie Loredana Macchietti: l'amore e l'ultimo bellissimo progetto insieme
Today è in caricamento