rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Tv News

I funerali Gina Lollobrigida: le celebrità presenti, l'omaggio dei bersaglieri

L'ultimo saluto alla diva del cinema oggi, giovedì 19 gennaio, nella Chiesa degli Artisti a Roma, dopo la morte all'età di 95 anni

L'ultimo saluto a Gina Lollobrigida oggi, giovedì 19 gennaio, nella Chiesa degli Artisti a Roma, dopo la morte avvenuta 16 gennaio all'età di 95 anni. L'arrivo del feretro attorno alle 12.30, accolto dall'applauso della folla e dallo squillo della fanfara dei Bersaglieri che hanno voluto renderle omaggio, in ricordo di uno dei personaggi indimenticabili interpretati. "La regina di Roma", un urlo tra la folla. Dopo il rito, l'attrice sarà tumulata a Subiaco, suo paese d'origine in provincia di Roma. 

Le parole dell'ex marito

Gremito il sagrato di Piazza del Popolo, dove i cittadini si sono assiepati per salutare l'icona del cinema. Presenti tra i primi banchi Andrea Piazzolla, ex tuttofare della diva, il nipote Dimitri, il figlio Andrea Milko Skofic, l'ex marito Javier Rigau e il presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Qualche banco più indietro anche Mara Venier, conduttrice e amica storia dell'artista: proprio a lei ha rilasciato la sua ultima intervista

 ''Ora non è il momento di parlare'', si è limitato a dire Rigau, l'ex marito appunto, entrando in chiesa. "L'ho amata profondamente e ho ricevuto da lei più di quello che ho dato", ha aggiunto.

Gina Lollobrigida: l'ultima intervista, quando chiedeva di "morire in pace" 

Addio a Gina Lollobrigida, il nipote Dimitri: "Eravamo distanti, solo adesso riesco a chiamarla nonna" 

funerali gina 4

L'omaggio dei bersaglieri 

Sul sagrato, poco prima dell'inizio del rito, l'omaggio dei bersaglieri alla Bersagliera: una decina di loro, sul capo la caratteristica vaira con le piume di gallo cedrone, si è posizionato davanti alla chiesa per assistere alla celebrazione. ''Un atto dovuto - hanno detto in coro - Per noi era un punto di riferimento, un nostro simbolo. Era davvero una bersagliera, per il suo carattere, per i suoi modi di fare. Davvero ci mancherà tanto, a tutti. Con quel suo spirito bersagliero che soltanto chi è stato bersagliere può capire fino in fondo''. 

Funerali Gina Lollobrigida: il video del commovente omaggio dei bersaglieri

Il parroco: "Un'esistenza straordinaria. E sempre vicina agli ultimi"

Durante la sua omelia, il ricordo del parroco. "Oggi siamo tristi, ma non siamo disperati. La vita non finisce, si trasforma. Gina ha già visto Dio", ha dichiarato. Poi ha ripercorso la sua vita. "Gina ha vissuto un'esistenza straordinaria. Lascia Subiaco a causa della guerra, dei bombardamenti. Viene a Roma come sfollata. Vivevano in una stanza e dormivano in sei persone. Sin da bambina sente una vocazione artistica. Vuole fare la scultrice. Le sorelle, che notano il suo talento, le chiedono di studiare, perché avrebbero lavorato loro". "Gina studia disegno, pittura, vende le caricature che faceva con il carboncino e posa per i fotoromanzi - è proseguito il racconto - Così aiuta la famiglia. Lei diceva: 'Non ho scelto io il cinema, è il cinema che mi ha scelta'. Inizia la sua esperienza cinematografica. Vuole raccontare le storie in cui si ritrova e così recita nel ruolo della Bersagliera, perché è una donna che ha combattuto. Sapeva che la vita non regala niente, tutto si conquista. Lotta per la sua indipendenza. Si rifiuta di rimanere per molto tempo a Hollywood e torna nella sua città". 

"Ha fatto beneficenza in silenzio, è così che si fa"

L'incontro con Madre Teresa di Calcutta le ha cambiato la vita. "L'ha incontrata più volte - ha spiegato ancora il celebrante - Con grande riservatezza, la incontrava e sosteneva le sue opere al servizio dei poveri. Gina non l'ha mai detto, perché Gesù insegna questo. Mi perdonerà se l'ho detto. Gina ha costruito un ospedale per i poveri in India. Ha aiutato i bambini in Africa e in altri posti, ha pensato anche ai poveri di casa nostra. Aveva compreso che c'è più gioia nel donare, nel condividere, che nel ricevere".

funerali 3-2

Le note della fanfara dei Bersaglieri hanno accompagnato l'uscita del feretro dalla chiesa. Tanti anche gli striscioni, esposti nella piazza gremita. ''Grandiosa Gina, ti stanno aspettando in Paradiso per girare un film'', recita uno, sulla scalinata della chiesa. E poi: ''Gina sei l'onore e la gloria di tutti gli italiani'', ''Lollo, una Diva è per sempre'', ''Anche se tu sei staccata dalla terra, non ti staccherai mai dal cuore''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I funerali Gina Lollobrigida: le celebrità presenti, l'omaggio dei bersaglieri

Today è in caricamento