rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Tv News

"La mafia uccide solo d'estate", boom di ascolti per la prima puntata

Quasi 6 milioni di spettatori, pari al 22% di share, per l'esordio della serie tv ispirata all'omonimo film di Pif

Un successo annunciato quello della fiction "La mafia uccide solo d'estate". Le aspettative intorno alla fiction, ispirata all'omonimo film di Pif, erano alte e non sono state deluse, merito soprattutto del tema, così delicato, affrontato in chiave tragicomica. La prima puntata, andata in onda lunedì 21 novembre, è stata vista da 5 milioni e 950 mila spettatori, pari al 22% di share. 

Ha convinto la storia dei Giammarresi, una famiglia costretta da Cosa Nostra a fuggire da Palermo e raccontata con gli occhi del più piccolo di casa, Salvatore (voce narrante interpretata da Pif), ha convinto il ritratto della Sicilia degli anni '70, e hanno convinto gli attori, diretti da Luca Robioli, Anna Foglietta, Claudio Gioè e Francesco Scianna, senza dubbio tra i migliori nel panorama italiano. 

Sei puntate, la prossima lunedì 28 novembre, che mescolano tragedia e commedia, sottolineando la netta differenza tra questa serie tv e le altre che in passato hanno trattato il tema mafia. 

"Il mafioso ama i soldi, ma ancora più dei soldi ama essere riconosciuto come il capo, il potente - ha spiegato Pif alla presentazione della fiction - Noi abbiamo levato il lato criminale del mafioso, e abbiamo colto le debolezze umane che hanno tutti, anche loro, e quindi mi eccita particolarmente che, siccome il mafioso magari non va al cinema però la televisione la vede, il fatto che ci arrivi mi rende molto felice". E sicuramente, tra i quasi 6 milioni di spettatori, c'era anche qualcuno di "loro"...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La mafia uccide solo d'estate", boom di ascolti per la prima puntata

Today è in caricamento