rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Tv News

Vladimir Luxuria si racconta: "A scuola fui picchiata per la mia diversità"

L'ex parlamentare di Rifondazione Comunista parla anche di Beppe Grillo: "Quando mi candidai fece una battuta infelice. Credo sia omofobo e transfobo"

"Sono stata un salmone controcorrente che ha subito molte discriminazioni".

Si definisce così Vladimir Luxuria, al secolo Vladimiro Guadagno, in un'intervista-confessione al settimanale Vero, nella quale ripercorre la propria vita dalle prime esperienze negative ai tempi della scuola fino al successo presso il grande pubblico quando era una presenza fissa al Maurizio Costanzo Show, l'entrata in politica con Rifondazione Comunista e il successo in tv con L'Isola dei Famosi.

Cresciuta a Foggia negli anni Ottanta, una città molto diversa da quella di oggi ("Adesso c'è la sede dell'Agedo, ma prima ci riempivano di insulti, per farci sentire schifosi"), Luxuria porta ancora il ricordo delle discriminazioni e delle violenze subite. "Sono stata picchiata a scuola, nell'ora di ginnastica. Ma è successo anche quand'ero a Londra".

Consapevole di aver avuto un ruolo importante nello "sdoganare certi termini", Luxuria non si lascia intimidire nemmeno dalla verve di Beppe Grillo. "Quando mi candidai, fece un'infelice battuta su di me, dicendo che se Rifondazione aveva candidato un travestito, dove saremmo andati a finire? Secondo me è omofobo e transfobo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vladimir Luxuria si racconta: "A scuola fui picchiata per la mia diversità"

Today è in caricamento