rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Viaggi Svizzera

"Vi paghiamo per venire a vivere qui", l'iniziativa per ripopolare un borgo disabitato

Un piccolo gioiello tra le montagne, meta turistica molto gettonata, ma quasi disabitato. Ora il comune di Albinen offre 60mila euro per chi garantisce di restare nel piccolo paese svizzero per almeno 10 anni

Albinen, villaggio di poco più di 200 abitanti situato del distretto di Leuk nel canton Vallese della Svizzera, come tanti altri paesi e borghi interni, è vittima dello spopolamento. I più giovani preferiscono vivere nelle grandi città, utilizzando le case natali come seconde abitazioni, da sfruttare durante le feste o le vacanze. Negli ultimi anni tre famiglie hanno lasciato il paese e la scuola, perdendo otto bambini, è stata costretta a chiudere. I sette bambini rimasti ora devono prendere l'autobus per studiare nella città più vicina, che dista circa 20 minuti. Per questo, un gruppo di giovani del paese ha suggerito al sindaco di 'aprire' agli stranieri.

Dall'iniziativa sono esclusi i gruppi di investitori: Albinen non ha bisogno di complessi immobiliari, ma solo di famiglie disposte ad apprezzare la bellezza del luogo e la sua natura quasi incontaminata. Milletrecento metri di altitudine e, per rilassarsi, le terme di Leukerbab a solo sei chilometri di distanza. Il sindaco di Albinen ha dichiarato di essere entusiasta e di sperare che il progetto vada in porto. "È un investimento per il futuro del villaggio - assicura - e forse potremo riaprire anche la scuola".

Le condizioni

Qualora passasse, l'offerta a chi deciderà di acquistare casa ad Albinen sarà allettante: saranno elergiti 25mila franchi (circa 21mila euro) per ogni adulto e 10mila per ogni bambino. A una famiglia di 4 persone che decidesse quindi di cambiare la propria residenza per stabilirsi definitivamente nel villaggio, verrebbe versata una somma di 70mila franchi. Un incentivo economico notevole, al quale andrebbero aggiunti benefici legati alla bellezza e alla tranquillità del luogo, immerso nella Alpi.

Alla possibilità di immergersi completamente nella natura, andrebbero però affiancate limitazioni di varia natura. Oltre a quelle di carattere economico, si presenterebbero anche quelle legate all'età. Il comune svizzero avrebbe infatti dichiarato di voler accettare soltanto persone sotto i 45 anni le quali, per poter beneficiare del rimborso, dovrebbero rimanere nel villaggio almeno dieci anni. Inoltre, la casa da comprare o costruire dovrà valere almeno 200mila franchi (170mila euro) e diventare la prima residenza. Ai futuri abitanti sarà anche offerta l'assicurazione per un totale di 100mila franchi l'anno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi paghiamo per venire a vivere qui", l'iniziativa per ripopolare un borgo disabitato

Today è in caricamento