Giovedì, 22 Aprile 2021
La nuova normalità? / Thailandia

La quarantena in yacht per rilanciare il turismo

La Thailandia conta sul turismo come principale voce del bilancio e dopo aver riaperto i confini ora lancia un piano di quarantena: braccialetti per monitorare i segni vitali e per seguire la posizione via Gps, anche in mare.

Dopo aver bandito i turisti stranieri a marzo dello scorso anno, la Thailandia ha gradualmente riaperto i suoi confini da ottobre sono poche centinaia i viaggiatori che hanno rimesso piede in note località come Phuket che pre-pandemia contavano 50mila arrivi al giorno. Un disastro per il Paese che conta sul turismo come principale voce del bilancio. E il Governo corre ai ripari e per incoraggiare il ritorno dei viaggiatori ora offre la possibilità di trascorrere la quarantena obbligatoria di due settimane a bordo di uno yacht.

Il governo prevede di mettere a disposizione dei turisti un centinaio di imbarcazioni. I partecipanti dovranno indossare un braccialetto intelligente che monitora i segni vitali tra cui temperatura e pressione sanguigna, e la loro posizione viene seguita via Gps, anche in mare.

Il piano di quarantena dovrebbe iniziare già dal mese di aprile nelle note province di Phuket, Krabi e Chiang Mai. Con un test negativo del coronavirus si potrà trascorrere il tempo a bordo di uno yacht o di una piccola nave da crociera o giocando a golf in un apposito resort.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La quarantena in yacht per rilanciare il turismo

Today è in caricamento