Domenica, 24 Ottobre 2021
Viaggi

Il mare più bello d'Italia: in Sardegna e Puglia le spiagge a "5 Vele"

Chia, Posada, Bosa, Baunei, Santa Teresa di Gallura in cima al podio di Legambiente. Ma anche Polignano, Otranto, Melendugno e Castro non hanno nulla da invidiare ai mari più belli del mondo

Domus de Maria, Pollica e Castiglione della Pescaia si aggiudicano il podio delle localitaà marine più belle del 2016 nella "Guida blu, il meglio del mare e dei laghi in Italia presentata da  Legambiente e Touring Club Italiano. Il Tirreno si conferma il mare più ricco di "vele" con 19 località marine premiate con il massimo dei voti.

Sardegna superstar con 5 località tra le migliori: la baia di Chia, Posada, Bosa, Baunei e Santa Teresa di Gallura. Al secondo posto nella speciale classifica la Puglia con Otranto, Poligano a Mare, e Castro. "5 vele" anche a Santa Marina Salina (Messina), San Vito Lo Capo (Trapani), Vernazza (La Spezia), Maratea (Potenza), Capalbio (Grosseto), Otranto (Lecce), Camerota (Salerno) e Roccella Jonica (Reggio Calabria).
La Calabria è al settimo posto nella classifica delle regioni con il maggior numero di località recensite: 4 vele per Scilla e Riace e 3 vele per Tropea, Zambrone, Palmi, Bova Marina, Brancaleone, Melito di Porto Salvo, Palizzi, Monasterace, Crucoli, Isola di Capo Rizzuto. Nella classifica nazionale, è sempre Roccella Jonica (RC) a riconfermare le 5 vele in Calabria.

VELE ANCHE IN MONTAGNA - Molveno, in provincia di Trento si conferma la regina della classifica dei laghi. Accanto alle classifiche delle località costiere, Legambiente ha provveduto anche a accorpare le località in comprensori turistici, sulla base di aree geografiche definite più da un'offerta omogenea che da confini amministrativi. Anche in questo caso, la Sardegna primeggia con la Costa nord-occidentale e il Parco dell'Asinara.

IL PARADISO IN ITALIA - "Questa guida - ha spiegato Rossella Muroni, presidente nazionale di Legambiente - raccoglie 35 tra le più belle zone balneari del Paese: dalle perle ammirate in tutto il mondo come le Cinque Terre o la Penisola sorrentina, ai paradisi naturali come la Costa cilentana; dai luoghi densi di storia e tradizioni, come Maremma e Salento, alle oasi di biodiversità custodita nelle pù belle località lacustri". Oltre alla qualita' delle acque di balneazione e del paesaggio naturale, ha continuato, "questi luoghi possono vantare un'offerta turistica 'verde' fatta di escursionismo, climbing, bird watching e di tante attivita' slow, con una ospitalita' curata e sempre piu' mirata alla qualita'. Scelte che hanno dato a queste localita' la possibilita' non solo di soffrire meno della crisi, ma di essere sempre piu' competitive e di posizionarsi positivamente in una settore trainante dell'economia del Paese".

"Ciò che rende una località meritevole di essere segnalata nella guida, ha raccontato Franco Iseppi, presidente del Touring, "è una somma di molteplici fattori: la pulizia del mare e delle aree balneabili ma anche la qualita' ambientale e dei servizi ricettivi, l'adozione di politiche di sostenibilità, l'attenzione al consumo del suolo e l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mare più bello d'Italia: in Sardegna e Puglia le spiagge a "5 Vele"

Today è in caricamento