Domenica, 17 Ottobre 2021
VIAGGI / Emirati Arabi Uniti

Il tennis del futuro è a Dubai: lo stadio è dentro l'acquario

Un architetto polacco è al lavoro per un progetto avvenieristico che dovrebbe trovare posto sotto al famoso grattacielo a forma di vela, simbolo della città

Potrebbe diventare realtà l’ambizioso e avvenieristico progetto dell’architetto polacco Krzysztof Kotala per uno stadio del tennis subacqueo, in quella che forse è la città al mondo più adatta per ospitare una simile "follia": Dubai. Al momento però è tutto ancora sulla carta e Kotala sta cercando investitori per la sua realizzazione.

Non c’è ancora un forte investitore, ma sto cercando di focalizzare l’interesse su quella che secondo me è una bella idea. Sarebbe una cosa originale ed adatta a una location dove c’è una grande tradizione tennistica, Dubai è perfetta”, ha dichiarato l’architetto alla rivista Arabian Businesse.

Il progetto comprenderebbe ben sette campi da tennis sormontati da un tetto curvo in vetro dal quale giocatori e pubblico potranno ammirare sopra di loro i pesci che nuotano. Oltre ai costi elevatissimi, la sfida più grande sarebbe quella relativa alla costruzione: le lastre di vetri dovrebbero essere a prova d’urto.

Lo stadio dovrebbe sorgere accanto a uno dei simboli di Dubai, la Burj al-Arab, il grandioso grattacielo a forma di vela. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tennis del futuro è a Dubai: lo stadio è dentro l'acquario

Today è in caricamento