Mercoledì, 21 Aprile 2021

Turista resta a piedi: il viaggio a Sharm El Sheikh era una truffa

Pochi giorni prima della partenza la vittima ha scoperto di non essere nell'elenco dei viaggiatori

Foto di repertorio

Un soggiorno a Sharm El Sheikh ad un prezzo decisamente inferiore rispetto a quello di mercato. Una 33enne di Matera si è lasciata tentare da quella che all'apparenza sembrava un'offerta allettante. Dietro l'angolo però c'era una truffa bella e buona. Dopo aver contattato l'operatrice dell'agenzia turistica - una 36enne della provincia di Roma, agente di viaggio, già nota alle forze di polizia - la viaggiatrice si è vista chiedere 500 euro sull'unghia con la scusa della scadenza a breve dell'offerta. 

L'ignara vittima ha provveduto al versamento della somma di denaro richiesta sulla carta prepagata della 36enne. Qualche giorno prima della partenza, la cittadina materana ha scoperto che non era inserita negli elenchi dei viaggiatori. Ha tentato di avere spiegazioni ma la 36enne si è resa irreperibile. Così la donna raggirata si è presentata in caserma per denunciare. Le indagini hanno permesso di scoprire l'autrice della truffa che ora dovrà rispondere del suo comportamento davanti alla giustizia.  

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turista resta a piedi: il viaggio a Sharm El Sheikh era una truffa

Today è in caricamento