Martedì, 22 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Roma la "Casa delle Donne" per il cancro al seno

Al San Giovanni Addolarata il Centro di Senologia

Roma, 28 mag. (askanews) - Viaggio nel centro di Senologia dell'Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata, una sorta di "Casa delle Donne operate al seno", come la definisce il direttore. Qui le donne affette da tumore alla mammella vengono accompagnate e seguite nell'intero percorso assistenziale protetto.

Ogni caso viene discusso e pianificato in Conferenza multidisciplinare, dove un team di professionisti qualificati garantisce trattamenti integrati per personalizzare le terapie e massimizzare le possibilità di cura.

Spiega il Direttore del Centro di Senologia Lucio Fortunato: "Questo è un Centro dedicato da almeno 20 anni alla lotta contro il cancro alla mammella. Ha un approccio multidisciplinare che dà molta importanza alla qualità della vita delle donne e le accompagna in tutti gli aspetti della cura".

Attiva da anni presso la Breast Unit la "Banca della Parrucca", un servizio istituito per fornire gratuitamente in comodato d'uso parrucche a chi dovesse intraprendere un percorso chemio terapico. Inoltre è aperto uno "Sportello legale" per supportare a livello amministrativo la paziente e i familiari nelle pratiche legate al tipo di patologia.

Il direttore sanitario Patrizia Magrini: "L'impegno dell'azienda è fondamentale, il ruolo di questo centro di Senologia è cruciale. È un impegno che garantisce le risorse, le professionalità e tutto il supporto che serve per costruire il percorso che sta intorno alla donna, considerata una persona unica".

Nel 2020 sono state trattate 522 pazienti con diagnosi di carcinoma della mammella ed effettuato circa 7mila accessi ambulatoriali. Per ogni paziente è prevista la possibilità di un incontro con una psico-oncologa. Ma l'accompagnamento umano fa parte delle attività del corpo infermieristico.

Come ci dice Carmen Cavarra: "L'impegno è emotivo, ascoltiamo le donne che vengono con tutte le preoccupazioni e paure, cercando di semplificare quello che sarà il loro cammino insieme a noi in questo periodo".

Questa invece è la Hall of Fame del Centro. Chi lotta vince, e ritorna a una vita normale. La dottoressa Adriana Antonaci, Domina Onlus, associazione di volontariato per le donne affette da tumore al seno. "Sono stati svolti corsi di teatro, musicaterapia, musicoperatia in ambiente termale".

Il Centro è stato riconosciuto tra quelli accreditati dalla Rete Senologica della Regione Lazio ed è il terzo per volume di attività a livello regionale. Nel 2017 il Centro ha ottenuto la Certificazione Europea Italcert-BCCERT, unico centro a Roma e nel Lazio ad aver ricevuto questo importante riconoscimento del percorso di qualità, e tra i tre in tutto il Centro-Sud Italia. La certificazione è stata riconfermata quest'anno per la quinta volta dalla Commissione internazionale che ha riconosciuto il raggiungimento da parte ella struttura di tutti gli indicatori di qualità.

Si parla di

Video popolari

A Roma la "Casa delle Donne" per il cancro al seno

Today è in caricamento