Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Venezia Elisa Fuksas presenta "iSola", tra malattia e lockdown

Si è ripresa con lo smartphone: il racconto come una cura

 

Roma, 4 set. (askanews) - Un documentario "non nato come un film ma come un antidoto al problema" ha detto Elisa Fuksas parlando del suo "iSola", presentato alle Giornate degli Autori nella sezione Notti Veneziane - L'Isola degli Autori, alla Mostra di Venezia.

Un film tutto girato con lo smartphone durante il lockdown in cui si è ripresa, sola, in casa, per sentirsi viva in un certo senso e ritrovarsi. Alla vigilia della pandemia, infatti, Elisa scopre di avere un cancro, poi ritrova una vecchia amica, che anche lei si è ammalata. Vive un momento difficile personale in un momento difficile per tutti. E decide di indagare il potere del racconto con l'unico mezzo che ha: il racconto che può sconfiggere paure, ansie, solitudine. Anche grazie alla fede. Di cui parla nel libro "Ama e fai quello che vuoi" appena uscito con Marsilio, il suo terzo romanzo; che può essere considerato un prequel del film.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento