Mercoledì, 21 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accordo governo-regioni sulle riaperture, linee guida venerdì

Soddisfatti i governatori. Fontana cauto su Lombardia

Milano, 12 mag. (askanews) - Intesa fra governo e regioni sulle riaperture. Il governo ha dato il via libera alla possibilità di riaperture differenziate su base regionale, tenendo conto dell'andamento dei contagi. E' quanto emerso dalla videoconferenza tra esecutivo e governatori, a cui hanno partecipato il premier Giuseppe Conte e i ministri degli Affari regionali e della Sanità, Francesco Boccia e Roberto Speranza.

Il governo darà linee guida nazionali per le riaperture, sulla base dei protocolli Inail e tenendo conto delle indicazioni del Comitato tecnico scientifico.

Le linee guida dovrebbero essere indicate tra giovedì e venerdì. Su questa base, le Regioni potrebbero consentire la riapertura di attività come commercio al dettaglio, bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri.

Soddisfatti i governatori, dal presidente del Veneto Luca Zaia al ligure Giovanni Toti, che erano in pressing per concretizzare la ripartenza. Più cauto il governatore lombardo Attilio Fontana visti i dati del contagio nella sua regione: "Saremo estremamente cauti, anche perchè questo è il periodo più

delicato".

Le regioni avranno la possibilità dunque di discostarsi dal quadro nazionale non più solo per restringere. Ma nello stesso tempo il governo potrà intervenire se i dati lo richiederanno per bloccare eventuali crescite dei contagi.

Si parla di

Video popolari

Accordo governo-regioni sulle riaperture, linee guida venerdì

Today è in caricamento