Domenica, 11 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aeronautica Militare: "Ecco come cerchiamo e salviamo i dispersi"

Esercitazione "Grifone 2019" a Foligno. A bordo dell'elicottero

Foligno (Pe), 12 set. (askanews) - Addestrarsi per la ricerca e il soccorso aereo, in scenari il più vicino possibile alla realtà, creando da zero un aeroporto, organizzandosi e coordinandosi fra diversi attori e ottimizzando le risorse; 430 uomini, di cui 180 militari, hanno partecipato all'esercitazione "Grifone 2019", il più importante e complesso evento addestrativo dell'Aeronautica Militare, organizzato e condotto in collaborazione con il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico.

Due giorni presso l'aeroporto civile di Foligno (Pe), in collaborazione con il locale Aeroclub, dov'è stato ricreato un vero e proprio aeroporto campale, con tanto di torre di controllo, come avvenuto già in situazioni di catastrofi naturali, per esempio il terremoto di Amatrice e del Centro Italia.

Presenti 13 aeromobili e 27 squadre di ricerca e soccorso a terra, appartenenti a diversi reparti di volo delle Forze Armate italiane, corpi armati dello Stato e altri enti e amministrazioni italiane e straniere che aderiscono all'accordo internazionale Search and Rescue Mediterraneo Occidentale. Presenti anche un elicottero spagnolo, uno francese e uno svizzero.

Sono stati creati un centro di coordinamento, comando e controllo di operazioni di ricerca e soccorso in un luogo isolato e impervio, operativo sia di giorno che di notte.

Il colonnello Alfonso Cipriano, direttore dell'esercitazione per l'Aeronautica Militare e capo del centro di coordinamento del soccorso del comando operazioni aeree di Poggio Renatico, ha spiegato ad askanews i dettagli della "Grifone 2019". "L'esercitazione Grifone 2019 - ha detto - è organizzata periodicamente dall'Aeronautica Militare, itinerante su tutto il territorio italiano, dove ci esercitiamo a proiettare la capacità di comando e coordinamento il più vicino possibile all'area di emergenza creando di fatto un aeroporto campale, per fornire tutti i tipi di servizi per coordinare al meglio tutti gli elicotteri, coinvolgendo non solo gli elicotteri del comparto Difesa ma tutti gli elicotteri per lavorare insieme e sviluppare una sinergia standardizzata per la salvaguardia della vita umana".

Askanews è salita a bordo di un elicottero Ab-212 dell'Aeronautica Militare per seguire dal vivo un'attività di ricerca e soccorso di un disperso, con l'intervento di una squadra del Soccorso Alpino.

Si tratta di un tipico esempio di attività di ricerca e soccorso in ambiente montano. Ecco gli uomini che si calano con il verricello dall'elicottero. Poi iniziano la ricerca.

Nell'ambito della "Grifone 2019" si è svolta anche l'esercitazione Eleos, che prevede la gestione post-incidente aeronautico, con un team dedicato alla ricerca e recupero di materiali e detriti, prevenzione infortuni, protezione ambientale, attività di polizia giudiziaria e gestione dello stress.

Si parla di

Video popolari

Aeronautica Militare: "Ecco come cerchiamo e salviamo i dispersi"

Today è in caricamento