Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alaska, sopravvive 23 giorni in mezzo alla neve e al gelo

Il 30enne rintracciato da un elicottero grazie alla scritta SOS

 

Roma, 14 gen. (askanews) - Un po' come nel libro e nel film di Sean Penn "Into the Wild", ma con il lieto fine. Tyson Steele, 30 anni, è sopravvissuto 23 giorni in mezzo alla neve e alle temperature polari dell'Alaska dopo che la sua capanna a 30 km dal centro abitato più vicino, in cui voleva isolarsi dal resto del mondo, ha preso fuoco dopo che per errore ha messo del cartone nella stufa; la fiammata ha fatto partire una scintilla ed è stata la fine. Il suo cane, Phil, un labrador, è morto nel rogo.

Nel video diffuso dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza dello Stato dell'Alaska si vede Tyson sbracciarsi per chiedere aiuto accanto alla scritta SOS, enorme, che aveva fatto nella neve per essere trovato. A dare l'allarme i suoi genitori che non ne avevano notizie da giorni.

Per sopravvivere al gelo si è costruito un rifugio sotto la neve usando le poche cose salvate dall'incendio, un telo, coperte e un po' di corteccia. Aveva alcune provviste, cibo in scatola. Quel che è bastato fino all'arrivo dei provvidenziali soccorsi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento