rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021

APPlia, Lioy: incentivi per la sostenibilità e regole Ue chiare

Elettrodomestici a 2 velocità: bene il bianco, fatica l'Ho.Re.Ca

Milano, 9 nov. (askanews) - Andamento a due velocità per il settore dell'elettrodomestico italiano con il bianco, le apparecchiature per la casa, in crescita a doppia cifra e il comparto professionale, bar, ristoranti e strutture ricettive che ancora risente degli effetti della pandemia. E' il quadro emerso durante l assemblea di APPlia Italia che ha visto la partecipazione numerosa di esponenti del mondo produttivo e istituzionale.

L'industria dell'elettrodomestico è un'eccellenza del Made in Italy con un fatturato di 16 miliardi di euro e 135mila addetti, incluso l'indotto, che oggi punta sulla sostenibilità che si traduce in risparmio energetico ed economia circolare grazie ai nuovi prodotti che consumano il 40% in meno rispetto a quelli di 10 anni fa e sono riciclabili al 90%.

Per dare slancio alla transizione ecologica, APPlia chiede due misure di sostegno al governo: per il bianco l'Ecobonus Eldom con rottamazione da 150 milioni, su esempio del bonus televisori, mentre per il settore professionale Ho.Re.Ca un credito di imposta pluriennale del 40% da inserire nel più ampio piano Ristorazione 4.0, sviluppato con Efcem e Fipe.

Solo per il bianco con la sostituzione di 1,5 milioni di apparecchi si avrebbe un risparmio energetico annuo pari al consumo di una città di 90mila abitanti e un aumento del 20% della raccolta dei rifiuti Raee. Il presidente di APPlia, Paolo Lioy: "Non abbiamo in mente misure di bandiera quindi non ci interessa il contentino vogliamo che diventi una misura che sia strutturale e sostenibile per un rinnovo nel corso del prossimo anno. Per quanto riguarda la ristorazione invece pensiamo a una misura a più ampio respiro quindi una misura che duri per i prossimi 3-5 anni".

La sfida della sostenibilità richiede però uno sguardo più ampio e va affrontata a livello europeo. Per questo i produttori di elettrodomestici chiamano in causa Bruxelles chiedendo maggior impegno per garantire regole chiare e condivise per tutti.

"Noi abbiamo bisogno di norme europee. Le norme europee ci hanno aiutato tantissimo negli ultimi anni a migliorare tutti i temi di energia, di efficienza a livello europeo. L'Europa è il Paese che ha fatto passi in avanti mostruosi in termini di efficienza ma abbiamo bisogno che siano norme europee e che non ci siano fughe in avanti di singoli Paesi con con delle proposte di bandiera". conclude Lioy.

Si parla di

Video popolari

APPlia, Lioy: incentivi per la sostenibilità e regole Ue chiare

Today è in caricamento