Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arabia Saudita, attacchi con droni a due impianti petroliferi

Le azioni rivendicate dal movimento degli Houthi in Yemen

 

Roma, 14 set. (askanews) - Attacchi con droni hanno provocato incendi in due grandi impianti petroliferi gestiti dalla compagnia pubblica Aramco in Arabia Saudita.

Le immagini mostrano grandi colonne di fumo sopra Abqaiq, che dispone del più importante impianto di lavorazione di greggio al mondo. Un secondo attacco con drone ha innescato roghi nel giacimento petrolifero di Khurais più a Ovest. Gli incendi sono ora sotto controllo in entrambe le strutture, hanno riportato i media di stato.

L'attacco è stato rivendicato dal movimento degli Houthi in Yemen. Secondo un comunicato del portavoce delle forze armate trasmesso dall'emittente televisiva Almasirah TV, il movimento ha attaccato con dieci droni le raffinerie di Abqaiq e Khurais. "Attacchi del genere continueranno - hanno precisato - fino a che l'Arabia Saudita non fermerà le operazioni militari in Yemen". Le forze armate Houthi già in precedenza avevano sferrato un attacco con un drone contro il giacimento di Shaybah e una raffineria in Arabia Saudita, innescando una controffensiva dei sauditi contro gli obiettivi del movimento nel Nord dello Yemen.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento