rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022

Aria di scissione M5S, Di Battista smentisce contatti con Idv

Espulsi anche 16 deputati anti-Draghi e Taverna invita all'unità

Roma, 19 feb. (askanews) - Come previsto la fronda dei 5Stelle si è allungata alla Camera, dove i dissidenti a votare no alla fiducia al Governo Draghi sono stati 16, a cui, se si sommano astenuti e assenti, si arriva a 31. Subito dopo il voto a Montecitorio, il reggente Vito Crimi ha pubblicato un lungo post su Facebook in cui annuncia, come già al Senato, l'espulsione di chi si è espresso diversamente dal gruppo parlamentare.

E il giorno dopo l'ennesima sofferta spaccatura dei 5S, torna in scena l'ex deputato uscito dal Movimento, Alessandro Di Battista, il quale smentisce categoricamente di occuparsi di "scissioni, correnti o nuove forze politiche", e in un post su Instagram precisa di non avere avuto alcun contatto con Italia dei Valori - come trapelato da alcuni avvelenatori di pozzi, dice - per formare un nuovo gruppo con i ribelli, come Renzi con Italia Viva e il Pd.

Ad aprire invece agli espulsi è Paola Taverna, che su Facebook invita all'unità e ricorda che i "tanti colleghi che hanno votato in dissenso sono parte fondamentale del Movimento, oltre che amici fraterni e compagni di tante battaglie".

Si parla di

Video popolari

Aria di scissione M5S, Di Battista smentisce contatti con Idv

Today è in caricamento