rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024

Auto, Urso a Salvini: parte esigua incentivi va a imprese cinesi

È disegnato sul modello della produzione nazionale

Parma, 7 mag. (askanews) - "Solo una parte estremamente esigua, pari al 2% circa, finisce ad auto cinesi". Il piano incentivi che il governo ha messo in campo quest'anno "è stato ancor più disegnato su un modello della produzione nazionale e sul modello delle esigenze dei ceti popolari". Lo ha detto il ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, a margine del convegno inaugurale del Cibus di Parma rispondendo al collega di governo il ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini.

"Il piano incentivi - ha spiegato Urso - è stato sottoscritto anche dal ministero delle Infrastrutture e quindi anche dal ministro Salvini. Come dimostrano i dati sugli incentivi alle auto dello scorso anno una parte estremamente esigua, pari al 2% circa finisce ad auto cinesi". E "il piano incentivi di quest'anno - ha aggiunto - è stato ancor più disegnato su un modello della produzione nazionale e sul modello delle esigenze dei ceti popolari".

"Il piano incentivi" del governo, ha detto Urso "sostiene in misura maggiore la rottamazione delle auto più vecchie e quindi più inquinanti" dal momento che "abbiamo ancora il 25% di parco auto circolante altamente inquinante" e siamo "il più vecchio e inquinante d'Europa". La seconda linea d'intervento "è quella di sostenere soprattutto coloro che non se lo possono permettere, quindi i cittadini e le famiglie a reddito più basso - ha proseguito il ministro - affinché anch'esse possano aspirare ad avere un'auto ecologicamente sostenibile. La terza direzione è che gli incentivi sono confezionati in modo tale da favorire la produzione nazionale".

"Questo è un piano incentivi che possiamo definire italiano - ha concluso Urso -. Italiano perché consente di rottamare le auto più inquinanti, perché sostiene soprattutto i ceti popolari, perché è rivolto su modelli che sono realizzati prevalentemente nel nostro territorio e per questo riteniamo che la prima e unica azienda automobilista del nostro paese, cioè Stellantis, possa cogliere questa opportunità per aumentare in maniera significativa la produzione di auto nel nostro Paese".

Si parla di

Video popolari

Auto, Urso a Salvini: parte esigua incentivi va a imprese cinesi

Today è in caricamento