rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022

"Bestia", corto da Oscar entra nella mente di una torturatrice

Il regista cileno Covarrubias racconta Ingrid Older ck

Milano, 22 feb. (askanews) - Un cortometraggio d'animazione di 15 minuti per entrare nella mente di una torturatrice e raccontare il dramma di un paese, il Cile.

È "Bestia" del regista cileno Hugo Covarrubias, candidato agli Oscar come miglior corto d'animazione. La protagonista è ngrid Older ck, agente di origini tedesche della dittatura di Pinochet, famigerata per le sue torture contro altre donne.

"Dal punto di vista mio e del resto della squadra lei incarna il male che regnò in Cile durante la dittatura, lavorava per le alte sfere del potere e in quanto donna il suo lavoro era addestrare donne e torturare altre donne"

Il film è realizzato in stop motion. "È una rappresentazione psicologica, entriamo nella sua mente e mostriamo come questa sua frammentazione mentale finisca per rappresentare un intero paese, il trauma del Cile attraverso la malvagità di questa persona".

Il corto ha già vinto diversi premi internazionali e per Covarrubias è solo il primo di una serie di opere ispirato a figure della storia cilena poco conosciute.

Si parla di

Video popolari

"Bestia", corto da Oscar entra nella mente di una torturatrice

Today è in caricamento