Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bielorussia, premio Nobel interrogata per ore dalla polizia

"Lukashenko parla solo con Putin. Forse c'è un modo..."

 

Minsk, 27 ago. (askanews) - Accolta dagli applausi dei manifestanti, con fiori e urla "Spasiba", ovvero "grazie", Svetlana Alexievich, che ha vinto il premio Nobel per la letteratura 2015, è stata convocata dalla polizia bielorussa per un interrogatorio. Ecco le sue dichiarazioni all'uscita, dopo diverse ore:

"Al momento, lui (il presidente Alexander Lukashenko) parla solo con (il presidente russo Vladimir) Putin. Forse c'è un modo per portare Putin e il mondo a discutere (e aiutare a negoziare con l'opposizione, ndr), in modo che Lukashenko capisca che deve mettere se stesso e la sua famiglia sullo stesso piano delle altre persone".

La scrittrice è membro del consiglio di opposizione creato per facilitare i colloqui su una transizione di potere dopo che il presidente Alexander Lukashenko ha vinto un sesto mandato nel voto del 9 agosto contestato dai suoi oppositori.

I pubblici ministeri hanno aperto un'indagine penale contro i membri del consiglio, accusandoli di minare la sicurezza del Paese. Alexievich ha insistito sul fatto che lei e gli altri membri del consiglio non hanno fatto nulla di male.

"Il nostro obiettivo è unire la società e aiutare a superare una crisi politica", ha aggiunto ai giornalisti. "Dobbiamo vincere con il nostro spirito e la forza delle nostre convinzioni".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento