Martedì, 23 Luglio 2024

Blitz ambientalisti: liquido nero nella Fontana di Trevi

La protesta di Ultima generazione contro i sussidi pubblici alle fonti fossili: "Causa crisi climatica che ha provocato alluvione in Emilia-Romagna"

Blitz degli attivisti per il clima di Ultima generazione a Roma: circa una decina di attivisti hanno gettato del carbone vegetale nella Fontana di Trevi, colorandone l'acqua di nero. L'azione è stata ideato per protestare contro i sussidi pubblici alle fonti fossili di energia, "causa - viene spiegato in una nota degli attivisti - della crisi climatica che in questi giorni ha investito l'Emilia Romagna e le Marche, devastandone il territorio, mietendo 14 vite, costringendo 10.000 persone ad abbandonare le proprie case e lasciando senza luce altre 28.000".

L'azione è iniziata Intorno alle 11,30 ed è stata accolta con diversi fischi dalle persone presenti, ma anche con alcuni applausi. Gli attivisti sono stati portati via dalla polizia dopo pochi minuti. Immediate le reazioni del mondo politico, con il sindaco di Roma Roberto Gualtieri che ha criticato l'iniziativa: "Basta imbrattare i monumenti. Sarà un intervento che costerà molto tempo, impegno e anche acqua", ha detto. In realtà, come comunicato dallo stesso cittadino, l'acqua della Fontana di Trevi è stata ripristinata dopo poche ore. 

Video popolari

Today è in caricamento