rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

Bocciata la finanziaria, il Portogallo va a elezioni anticipate

Il presidente: bilancio troppo importante in momento di crisi

Lisbona, 5 nov. (askanews) - Il presidente del Portogallo, Marcelo Rebelo de Sousa, ha sciolto il Parlamento e convocato le elezioni anticipate per il prossimo 30 gennaio. Una decisione presa - secondo i media lusitani - dopo che l'assemblea ha respinto la finanziaria per il 2022.

De Sousa ha spiegato che il bilancio è particolarmente importante per consentire al paese Ue di uscire dalla crisi socio-economica che sta attraversando.

Il primo ministro socialista Antonio Costa è stato al potere per sei anni, grazie al sostegno esterno dell'estrema sinistra. Ma la scorsa settimana il budget presentato dal governo è stato bocciato, grazie all'astensione del Partito comunista in un momento in cui il paese è attraversato da proteste sindacali.

"Questo scioglimento è negativo - spiega ad Afp un abitante di Lisbona, Alberto Cardoso - andrà solo a complicare ulteriormente la vita dei portoghesi".

"Credo sia una decisione giusta, perché non c'è armonia tra i partiti a sinistra - spiega invece un altro residente, Duarte Calvo - è una buona idea andare ad elezioni anticipate. Vedremo se riusciremo ad avere un governo più stabile per il nostro paese in futuro".

"Sono d'accordo con la decisione del presidente della Republica - sottolinea un altro signore, José - è la migliore soluzione per il paese perché l'attuale governo non lavorava più e i partiti al potere non andavano d'accordo".

Una crisi politica rischia infatti di mettere in difficoltà il Portogallo, impegnato a utilizzare i fondi del Recovery Fund.

Si parla di

Video popolari

Bocciata la finanziaria, il Portogallo va a elezioni anticipate

Today è in caricamento