Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bocuse d'Or, l'Italia passa la finale europea e va al mondiale

Tra i primi dieci team a Tallinin: ora a Lione nel 2021

 

Roma, 17 ott. (askanews) - Dieci squadre si sono aggiudicate il lasciapassare per la finale mondiale del Bocuse d'Or 2021 a Lione e tra queste c'è l'Italia. Non c'era il pubblico ad applaudire alla finale europea a Tallinin, in Estonia, solo team e giuria nel padiglione adibito per le gare all'interno della Saku Arena; un modo anomalo, causa Covid, di vivere la competizione più importante al mondo nata dall'idea di Paul Bocuse nel 1987.

Ad aggiudicarsi il podio Norvegia, Danimarca e Svezia, ma per il team Italia guidato da Alessandro Bergamo - nato in provincia di Como nel 1989 e già sous chef di Carlo Cracco al ristorante Cracco di Milano, nonché finalista della regione Italia e Sud Est Europa di S.Pellegrino Young Chef 2020 - essere rientrato fra i primi 10 è comunque un grandissimo risultato, perché il verdetto finale si discuterà solo a Lione, in Francia, nel 2021.

Con lui il commis Francesco Tanese e lo chef coach Lorenzo Alessio, membro della Federazione Italiana Cuochi, che nei mesi precedenti la gara si sono allenati duramente per tenere testa ai colleghi europei. Ad aiutare e mettere nelle condizioni gli azzurri di passare il turno europeo, il presidente Bocuse d'Or Italy Academy Enrico Crippa (ristorante Piazza Duomo, Alba) e il direttore Luciano Tona, che hanno studiato il vassoio presentato a una giuria composta dai migliori chef di tutta Europa, tra cui il vice presidente Bocuse d'Or Italy Academy Carlo Cracco (Cracco, Milano).

Secondo i criteri di Presentazione, Gusto, Metodo di cottura, Abilità, Rispetto dei prodotti e originalità sono stati giudicati i migliori vassoi presentati dai team in gara, il cui tema principale erano le quaglie, l'uovo di quaglia e due contorni vegetali, mentre il tema del piatto è stato il pesce gatto da presentare con tre contorni vegetali. "Quaglie apicius in lasagne di patate, verdure autunnali" il titolo del vassoio presentato dal team Italia, incentrato su un classico della cucina estone, la quaglia, con le sue uova e due contorni vegetali arricchiti da una combinazione di spezie e salse rielaborate per dare struttura al tutto. "Carpione italiano leggero di pesce gatto, funghi all'aceto balsamico, zucca e oro", il piatto a base di pesce gatto, accompagnato da funghi, zucca e cavoletto di Bruxelles laccato d'oro.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento