Mercoledì, 3 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carla Bruni con mascherina compare in aula al processo a Sarkozy

L'arringa pomeridiana della difesa: giustizia è fallibile

Parigi, 10 dic. (askanews) - In sala molti vestiti di nero, giornalisti e parenti, e soprattutto la moglie: Carla Bruni, mascherina color prugna - dopo l'infelice battuta sul coronavirus - e stivali di pelle, venuta per la prima volta al processo.

Per l'avvocato di Nicolas Sarkozy, ex presidente francese processato a Parigi per corruzione e spaccio d'influenza, la giustizia è "fallibile". "Ho l'onore di difendere un imputato la cui particolarità era quella di essere anche Presidente della Repubblica". Jacqueline Laffont, in piedi, inizia la sua arringa nel primo pomeriggio.

Di fronte a lei, i due rappresentanti della Procura Nazionale delle Finanze che hanno chiesto, il giorno prima, quattro anni di carcere, due dei quali con la condizionale, contro Sarkozy: cosa senza precedenti sotto la Quinta Repubblica.

Laffont vuole dimostrare che non c'è stato accesso a informazioni riservate, che l'ex alto magistrato Gilbert Azibert non è stato influenzato e che le intercettazioni telefoniche "tra un avvocato e il suo cliente" sono poche nonchè "illecite e scandalose", perché violano il segreto professionale. Ma il verdetto arriverà più tardi. E potrebbe non essere l'unico: altre indagini in corso toccano l'ex capo di stato.

Si parla di

Video popolari

Carla Bruni con mascherina compare in aula al processo a Sarkozy

Today è in caricamento