Giovedì, 15 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CDP, nuove misure straordinarie per l'emergenza Coronavirus

A enti locali 1,4mld da rinegoziazione prestiti, liberate risorse

Roma, 2 apr. (askanews) - Un'iniziativa senza precedenti. Cassa Depositi e Prestiti, guidata da Fabrizio Palermo ha deciso di rafforzare l'impegno per far fronte all'emergenza economica causata dall'epidemia da Covid-19 con un pacchetto di misure straordinarie per enti territoriali e imprese.

Il Consiglio di amministrazione di Cdp , presieduto da Giovanni Gorno Tempini, ha approvato una serie di interventi per dare un supporto finanziario a comuni, città metropolitane, province e regioni con la più vasta operazione di rinegoziazione realizzata negli ultimi anni dal gruppo: 7.200 enti potranno rinegoziare un monte di circa 135mila prestiti per un debito residuo complessivo di 34 miliardi di euro.

La misura consentirà di liberare risorse, nel 2020, fino a 1,4 miliardi di euro, che gli enti potranno destinare anche ad interventi per far fronte all'emergenza epidemiologica.

Con questa operazione, Cdp rende immediatamente disponibile nuova liquidità per gli enti pubblici rispondendo così a un'esigenza avanzata dalle associazioni rappresentative degli enti territoriali e confermando il suo ruolo di partner chiave della pubblica amministrazione.

Tra le misure straordinarie approvate dal consiglio di amministrazione anche quella che rende immediatamente disponibili a supporto delle imprese di media e grande dimensione 2 miliardi di euro.

Si parla di

Video popolari

CDP, nuove misure straordinarie per l'emergenza Coronavirus

Today è in caricamento