Venerdì, 7 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ciccozzi: variante indiana più contagiosa, ma non più pericolosa

Questo è un virus che diventerà nostro compagno di viaggio

Roma, 27 apr. (askanews) - Più contagiosa sì, ma non più pericolosa. La variante indiana deve mettere in moto tutta una serie di azioni e attenzioni, dall'aeroporto ai viaggi, per contenere il propagarsi del virus. Ne è convinto Massimo Ciccozzi, professore ordinario di Epidemiologia all Università Campus Biomedico di Roma:

"E' sicuramente più contagiosa, così come lo sono l'inglese, la brasiliana e la sudafricana. Più pericolosa no. Queste mutazioni sono normali, questo è un virus che tenderà ad essere endemico, non più epidemico. Diventerà nostro compagno di viaggio. Dovremo vaccinarci a intervalli regolari, come si fa per l'influenza".

Per questo servono misure per bloccare il propagarsi della variante indiana: "E' una variante che si è selezionata in India e viaggia con le persone. È importante un controllo degli aeroporti, come il ministro Speranza ha disposto, quarantena e tamponi per le persone in arrivo da quei paesi. Aggiungo anche con scalo da altri paesi europei".

Ciccozzi si dice sicuro sull'efficacia dei vaccini: "A livello vaccinale non dovrebbe inficiare più di quanto avviene già con sudafricana e brasiliana. Non ci sono studi su questo, sono delle ipotesi che facciamo sulla base dell'esperienza e delle altre varianti e delle mutazioni osservate".

Si parla di

Video popolari

Ciccozzi: variante indiana più contagiosa, ma non più pericolosa

Today è in caricamento