Domenica, 19 Settembre 2021

Clima, Onu: nel Mediterraneo "eventi estremi" aumentano

Parla Cherchi (Cnr), una dei 234 Lead Authors del Rapporto Ipcc

Milano, 9 ago. (askanews) - Nel Mediterraneo "eventi estremi di elevata temperatura" e siccitosi sono in aumento da 70 anni a questa parte, secondo i dati del sesto Rapporto dell'Ipcc (AR6) riassunti e forniti da Cnr-Isac. Parla Annalisa Cherchi, una dei 234 Lead Authors dell'ultimo Rapporto Ipcc, provenienti da 66 Paesi, e una dei tre scienziati appartenenti a un'istituzione di ricerca italiana, l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche, insieme con Susanna Corti e Sandro Fuzzi.

"Nel Mediterraneo e in Europa, che ci interessano più direttamente, eventi estremi di elevata temperatura, stimati sulla base delle temperature massime giornaliere ma anche sulla durata, frequenza ed intensità delle ondate di calore, sono aumentati dagli anni '50, cosi come nel Mediterraneo sono aumentati fenomeni siccitosi misurati in base al contenuto di umidità del suolo e al bilancio idrico. In entrambi i casi, l'aumento è da attribuirsi all'attività dell'uomo. In base alle proiezioni climatiche disponibili, questi aumenti continueranno nel futuro, con intensità crescenti parallelamente all'aumento del valore di riscaldamento globale raggiunto".

Si parla di

Video popolari

Clima, Onu: nel Mediterraneo "eventi estremi" aumentano

Today è in caricamento