Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Colpo di Stato in Mali, il presidente Keita si dimette

Sciolto il parlamento. Potere ai militari golpisti

 

Bamako, 19 ago. (askanews) - Colpo di Stato in Mali. I soldati ammutinati hanno arrestato ieri il presidente Ibrahim Boubakar Keita e il primo ministro Boubou Cissé.

I due sarebbero stati portati presso il campo militare di Kati, vicino alla capitale Bamako, di cui i soldati hanno preso il controllo. A capo dei soldati ammutinati ci sono il colonnello Malick Diaw, vicecomandante del campo di Kati, e il generale Sadio Camara.

I golpisti, dopo aver assunto il controllo del campo, si sono recati a Bamako - a 15 km di distanza - salutati dalla folla che chiedeva le dimissioni di Keita.

Dopo l'arresto, oggi Boubakar Keita ha annunciato in un discorso televisivo le sue dimissioni e lo scioglimento dell'assemblea nazionale.

I militari responsabili del golpe hanno annunciato l'intenzione di avviare una "transizione politica civile" per tenere nuove elezioni, sottolineando di non puntare "al potere, ma alla stabilità del Paese". In una dichiarazione alla tv di Stato ORTM, i militari si sono presentati come Comitato nazionale per la salvezza del popolo.

Keita era stato eletto per un secondo mandato nelle elezioni del 2018, ma il suo regime è stato caratterizzato da corruzione scatenando negli ultimi mesi le proteste della popolazione del Mali.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento