rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022

Coronavirus, a Hong Kong un primo caso accertato di recidiva

Un 33enne ha ricontratto il Covid-19 durante un viaggio in Spagna

Hong Kong, 25 ago. (askanews) - È il primo caso accertato al mondo di recidiva da Covid-19; si tratta di un giovane paziente di 33 anni di Hong Kong, in Cina risultato nuovamente positivo al coronavirus Sars-Cov2 al rientro da un viaggio in Spagna via Regno Unito.

La notizia arriva dall'Università di Hong Kong, con gli esiti di una ricerca pubblicata dalla rivista Clinical Infectious Diseases e suggerisce che la potenziale immunità dal Sars-Cov2 potrebbe durare solo pochi mesi prima che gli anticorpi prodotti esauriscano la propria azione difensiva dell'organismo già colpito da Covid-19.

Il giovane cinese aveva sviluppato sintomi blandi a marzo 2020, quando per la prima volta gli è stato diagnosticato il contagio da Covid-19: era stato ricoverato ma dimesso in fretta, perché la sintomatologia era presto scomparsa. Ma qualche giorno fa la sorpresa: un nuovo contagio contratto oltre 4 mesi dopo il primo. L'uomo è risultato positivo il 15 agosto 2020 a un tampone di controllo ma al momento risulta asintomatico. Il virus trovato nel suo corpo, inoltre, sembrerebbe appartenere a un ceppo lievemente diverso rispetto a quello del primo contagio.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, a Hong Kong un primo caso accertato di recidiva

Today è in caricamento