rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022

Coronavirus, anche la Difesa scenderà in campo per i vaccini

Le Forze armate daranno il proprio contributo per la popolazione

Milano, 3 dic. (askanews) - Anche la Difesa scenderà in campo per assicurare la vaccinazione del maggior numero di cittadini italiani contro il Covid-19.

Come sta già accadendo, sin dalle prime battute della difficile lotta contro la pandemia di Covid-19, le Forze armate forniranno il supporto richiesto dalle autorità. Nello specifico, uno speciale gruppo, il Joint Operations Planning Group, è già al lavoro per pianificare in dettaglio il contributo alla distribuzione dei vaccini alla popolazione italiana, sulla base delle necessità individuate dagli Enti responsabili del Piano in collaborazione con il Ministero della Salute.

Il piano del Comando Operativo Interforze (COI), in coordinamento con il Commissario straordinario per l'emergenza Covid-19 Domenico Arcuri, prevede l'impiego di uomini e mezzi militari specializzati per lo stoccaggio e la vigilanza dei depositi nonché per la somministrazione e la distribuzione dei vaccini.

"Il programma - ha sottolineato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini - prevedrebbe, in una prima fase, la disponibilità di personale sanitario della Difesa impiegto in Presidi vaccinali con postazioni mobili o ottenuti riconvertendo, se necessario, i Drive Through per i tamponi, per la somministrazione dei cosiddetti vaccini "freeze".

In una seconda fase - attivata all'arrivo dei cosiddetti vaccini "cold" (catena del freddo standard) - ci si occuperà anche dello stoccaggio, della vigilanza e della distribuzione dei vaccini su tutto il territorio nazionale".

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, anche la Difesa scenderà in campo per i vaccini

Today è in caricamento