Martedì, 13 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Fase 3: a Bergamo rimpatrio d'italiani dagli Usa

Prima volta a Orio al Serio del Boeing 787-800 Dreamliner

Bergamo, 3 giu. (askanews) - Il 3 giugno 2020, con la ripresa dei voli internazionali in Italia, ha subito un'auspicata accelerazione anche il rimpatrio dei cittadini italiani ed europei rimasti bloccati all'estero in seguito al lockdown per la pandemia di Covid-19.

Un volo Air Europa, partito da Miami, dopo una sosta a Madrid, è atterrato alle 13 all'aeroporto di Milano-Bergamo Orio al Serio con a bordo 163 passeggeri di cui 34 italiani. Il volo è stato organizzato proprio per consentire il rimpatrio dagli Stati Uniti di cittadini italiani, europei e di altri Paesi.

Si è trattato del primo scalo a Bergamo del velivolo Boeing 787-800 Dreamliner, aereo di nuova generazione con raggio operativo di 14.700 km. Un velivolo moderno che vanta consumi di carburante ridotti del 20%, e il 20% in meno di emissioni di biossido di carbonio.

Dei 163 passeggeri arrivati con il Dreamliner di Air Europa, configurato con 296 posti di cui 22 in business, 34 hanno concluso il loro viaggio a Bergamo e 129 hanno proseguito con aeromobili di altre compagnie aeree London Stansted, Mumbay, Kiev, Minsk.

Ai passeggeri in arrivo è stato applicato il protocollo previsto per i controlli sanitari, con controllo di temperatura a mezzo termoscanner.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, Fase 3: a Bergamo rimpatrio d'italiani dagli Usa

Today è in caricamento