Giovedì, 22 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, i 600 euro dell'Inps sono in gran parte arrivati

La comunicazione con sms, mail, o semplicemente con un bonifico

Roma, 15 apr. (askanews) - Con un sms, con una mail, o semplicemente con un bonifico; in questi giorni stanno arrivando alla maggior parte delle partite Iva i famosi 600 euro che l'Inps e le altre casse continuano ad erogare come indennità prevista del decreto Cura Italia per i lavoratori autonomi. Dopo il blocco del sito dell'Inps nel primo giorno in cui è stato possibile presentare la domanda, la situazione è rapidamente migliorata e ora i soldi sono arrivati o stanno arrivando. C'è chi ha scelto di condividere sui social la notizia che li ha ricevuti ma quasi si vergogna di questa indennità e vorrebbe tornare al lavoro.

Con il decreto Cura Italia sono stati tutelati quasi 19 milioni di lavoratori. Sono oltre 4,7 milioni le domande all'istituto nazionale di previdenza per 8,8 milioni di beneficiari. Oltre alle indennità da 600 euro, ci sono quelle per i congedi parentali, per il bonus baby sitting; per la cassa integrazione ordinaria.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, i 600 euro dell'Inps sono in gran parte arrivati

Today è in caricamento