Lunedì, 19 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, in Norvegia riaprono asili nido, tra pro e contro

Alcuni genitori favorevoli, altri: "Mio figlio non è cavia"

Roma, 20 apr. (askanews) - La Norvegia riapre gli asili nido, un primo passo verso la riduzione delle restrizioni legate all'epidemia da coronavirus nel Paese.

I nidi sono stati riaperti dopo cinque settimane di semi-isolamento per i più piccoli, che sembrano essere meno soggetti ai contagi da Covid-19, una misura che dovrebbe facilitare il ritorno a lavoro dei genitori.

Una decisione che sembra per lo più ben accolta da mamme e papà.

"A casa adottiamo tutte le raccomandazioni delle autorità sanitarie. Così, abbiamo la certezza di essere al sicuro, naturalmente non lo siamo al 100%. Sono d'accordo alla riapertura, è tutto molto regolamentato. Veniamo qui, lo consegniamo a una persona dello staff, noi non possiamo entrare".

"Sono molto eccitati, soprattutto mio figlio maggiore. Era così contento all'idea di tornare all'asilo".

"Questa è la porta dove i genitori lasciano i loro figli. Di solito entrano anche loro, ma ora devono aspettare fuori, in attesa del personale, consegnare i bambini all'esterno e non all'interno dell'asilo".

Alcune famiglie, però, hanno lanciato una petizione su Facebook contro la decisione: "Mio figlio non può essere una cavia da laboratorio per il Covid-19", scrivono. La petizione ha raccolto oltre 28.000 firme.

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, in Norvegia riaprono asili nido, tra pro e contro

Today è in caricamento