Mercoledì, 14 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, le tracce in acque reflue non sono allarmanti

Lo ha detto il professor Luca Richeldi: è rna, non virus attivo

Milano, 20 apr. (askanews) - La presenza di tracce di virus nell'acqua non potabile, riscontrate nella rete idrica comunale di Parigi, non "deve allarmare". Lo ha spiegato Luca Richeldi direttore dell'unità di pneumologia del Policlinico Gemelli di Roma e componente del comitato tecnico-scientifico durante la conferenza stampa della Protezione civile.

"Hanno cercato rna virale in campioni di acqua e acqua reflua - ha spiegato - ma la presenza di rna virale non vuol dire che c'è la presenza del virus attivo che può contagiare una persona. L'acido nucleico non corrisponde al rilevamento della particella virale intatta e contagiante".

"Certamente è un virus nuovo e avremo modo di saperne di più - ha concluso Richeldi - non credo, anche se dobbiamo essere cauti, che questa sia una notizia che ci debba allarmare più di tanto o far cambiare i nostri comportamenti".

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, le tracce in acque reflue non sono allarmanti

Today è in caricamento