Venerdì, 16 Aprile 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, Macron: senza fondo comune l'Ue rischia il collasso

A FT: è l'ora della verità, solidarietà o i populisti vinceranno

Roma, 17 apr. (askanews) - L'Europa deve dare l'aiuto necessario ai paesi più colpiti dall'emergenza coronavirus. Lo ha sostenuto con forza il presidente francese, Emmanuel Macron in un'intervista al Financial Times in cui ha avvertito che in caso contrario ci sarà la vittoria dei populisti.

Macron ha rilanciato il pressing su Germania e Olanda per creare un fondo europeo di rinascita delle economie post crisi, che possa emettere titoli comuni con garanzie condivise dagli Stati. Perché di fronte alla pandemia - ha detto - l'Ue non ha scelta è il momento della verità e di decidere se essere qualcosa di più di un semplice mercato unico. Altrimenti, l'effetto sarà devastante per il progetto europeo. "Quanto nel tuo Paese arrivano gli immmigrati ti dicono che te li devi tenere. Quando c'è una epidemia ti dicono che te ne devi occupare. Sono davvero gentili - ha aggiunto Macron, sottolineando che - se oggi non riusciamo a mostrare solidarietà i populisti vinceranno. Oggi, domani, il giorno dopo: in Italia, in Spagna e forse in Francia e altrove".

"Penso che l'Ue sia un progetto politico. Se lo è, il fattore umano è la priorità e ci sono concetti di solidarietà che entrano in gioco. L'economia ne consegue", questo il messaggio più forte del presidente francese, secondo cui un mancato accordo sulla creazione del fondo di rilancio rischierebbe di far collassare l'eurozona.

L'intervista si chiude con un drastico monito: non bisogna ripetere oggi il "colossale, fatale errore" della Prima Guerra Mondiale, quando vennero chiesti alla Germania i danni di guerra. Errore che non venne ripetuto dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando invece venne finanziato dagli Usa il Piano Marshall. Oggi dire "i peccatori paghino", ha avvertito Macron, in riferimento ai Paesi più indebitati, tra cui l'Italia, sarebbe ripetere questo tragico errore. Infine un pensiero sulla Cina e la gestione dell'emergenza: "In Cina sono successe cose che non sappiamo".

Si parla di

Video popolari

Coronavirus, Macron: senza fondo comune l'Ue rischia il collasso

Today è in caricamento